• Google+
  • Commenta
17 luglio 2007

L’Universo è un po’ meno misterioso

Misurare l’estensione dell’Universo è, da sempre, uno dei compiti più difficili per gli scienziati i quali necessitano di avvalersi di sMisurare l’estensione dell’Universo è, da sempre, uno dei compiti più difficili per gli scienziati i quali necessitano di avvalersi di strumenti sempre più sofisticati e di punti di riferimento che nello Spazio profondo dovrebbero permettere di valutare accuratamente le distanze. Gli oggetti celesti che più sembrano essere utili a fornire preziosi punti di riferimento sono le supernovae, ovvero quei processi di esplosione stellare dal quale si libera una quantità tale di energia da permettere di individuarne la grande luminosità anche da enorme distanza, fino ad oggi però esistevano solamente supposizioni sull’innescamento di un simile processo, supposizioni che rendevano incerta la possibilità di considerare affidabili le supernovae al fine di misurare l’Universo.
La situazione è cambiata grazie ad un accurato lavoro condotto con i telescopi dell’European Southern Observatory da un’equipe internazionale di ricercatori guidata da alcuni astronomi italiani che lavorano e si sono formati presso l’INAF-Osservatorio Astronomico di Padova, il gruppo di scienziati è infatti riuscito ad osservare per la prima volta il processo che innesca le supernovae ovvero del comportamento di quei gas atmosferici che si presupponeva, fino a ieri senza base sperimentale, potessero esistere. Il fenomeno che è stato osservato è quello di una supernova la ovvero di quella supernova che più di tutte si distingue per luminosità. Gli scienziati hanno osservato come il processo includa due stelle, in particolare una “nana bianca” che “aspira” il gas di una “gigante rossa” (stella più estesa ma dall’atmosfera più rarefatta) provocando così il collasso gravitazionale della “nana bianca” e la conseguente esplosione.
L’osservazione, stabilito che riguarda il normale processo di formazione delle supernovae, permetterà di considerare fenomeni analoghi come affidabili al fine delle misurazioni e conseguentemente di fare progredire rapidamente gli studi relativi alla misurazione dello Spazio.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy