• Google+
  • Commenta
3 luglio 2007

Unimore: inaugurazione Master in riabilitazione infantile e metodologia della ricerca

A Reggio Emilia per iniziativa dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia la seconda edizione del Master dedicato al recupero funziA Reggio Emilia per iniziativa dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia la seconda edizione del Master dedicato al recupero funzionale del bambino disabile. La cerimonia inaugurale giovedì 5 luglio 2007 alla presenza di autorità accademiche, politiche e sanitarie di Reggio Emilia e di Modena.

I difficili problemi dello sviluppo delle funzioni adattive nei bambini con grave disabilità motoria come le paralisi celebrali infantili, le malattie neuromuscolari e gli esiti di mielomeningocele, richiedono la preparazione di specifiche figure professionali, dotate di solide competenze scientifiche che consentano di affrontare la presa in carico di questi pazienti.

La risposta all’esigenza di agire per un recupero funzionale del bambino disabile viene dal Master di primo livello in Riabilitazione Infantile e Metodologia della Ricerca, promosso dal prof. Adriano Ferrari titolare della cattedra di Medicina Fisica e Riabilitazione dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, che inaugura ufficialmente il proprio ciclo di attività giovedì 5 luglio 2007.

Giunta alla seconda edizione l’iniziativa didattica modenese si segnala per la sua elevata qualificazione.

Il battesimo alle ore 11.00 presso l’Aula Magna del Complesso Universitario ex Caserma Zucchi (viale Allegri 9) a Reggio Emilia, alla presenza del Rettore prof. Gian Carlo Pellacani, del Pro Rettore della sede di Reggio Emilia prof. Anto de Pol, del Preside della facoltà di Medicina e Chirurgia prof. Aldo Tomasi, del Direttore del Dipartimento Integrato di Neuroscienze dell’Ospedale Civile S. Agostino – Estense di Baggiovara di Modena prof. Paolo F. Nichelli, del Sindaco di Reggio Emilia prof. Graziano Del Rio, della Presidente della Provincia dr. ssa Sonia Masini, del Presidente della Fondazione Manodori dr. ssa Antonella Spaggiari e dei Direttori Generali dell’Azienda Arcispedale S. Maria Nuova dr. Ivan Trenti e dell’Azienda ASL di Reggio Emilia dr. ssa Mariella Martini.

“Lo straordinario progresso compiuto dalle scienze di base nella conoscenza dei meccanismi e dei processi che sottendono le attività volontarie dell’uomo – spiega il prof. Adriano Ferrari, Direttore del Master – verrà confrontato durante il corso con le esperienze terapeutiche più innovative maturate nel campo da chi, fra medici, terapisti e tecnici, ha saputo quotidianamente misurarsi in modo costruttivo con i molteplici problemi sofferti dal bambino disabile e dalla sua famiglia. In questa direzione il Master insegna a superare quella visione tecnicistica di voler curare tutto e chiunque con il solo intervento fisioterapico, per arricchire il trattamento con nuovi e importanti strumenti terapeutici quali i farmaci per il controllo della spasticità, della discinesia e della dispercezione, le ortesi e gli ausili e, soprattutto, la chirurgia funzionale, sia ortopedica che neurologica”.

I candidati ammessi e selezionati per la partecipazione al corso sono 40, ovvero la metà delle richieste pervenute agli organizzatori. Il Master si caratterizza fondamentalmente per sei obiettivi formativi:
– analizzare e interpretare l’architettura delle funzioni adattive, quali: manipolazione, visione, deambulazione e controllo posturale, anche alla luce delle attuali conoscenze della neurofisiologia;
– interpretare correttamente i segni e i compensi per poter formulare un progetto terapeutico individualizzato sul paziente;
– saper distinguere cosa si può modificare da cosa non si può modificare della funzione compromessa;
– individuare come costruire il progetto di recupero (metodologia riabilitativa);
– conoscere i principali disturbi relazionali e cognitivi dei pazienti con danno neuromotorio;
– valutare criticamente articoli e pubblicazioni relativi ai diversi metodi valutativi e diagnostici, all’efficacia dell’intervento terapeutico, all’appropriatezza dell’assistenza, alla misurazione dei risultati ottenuti ed alla loro elaborazione ed analisi al fine di una propria produzione scientifica.

“La visione emendativa della riabilitazione, tesa fino ad un recente passato a cercare di nascondere tutto ciò che non era stata in grado di cancellare, – aggiunge il prof. Adriano Ferrari dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – verrà misurata con la sfida del presente: accompagnare il bambino disabile nella sua affermazione come persona con le sue differenze, consentendogli di valorizzare compiutamente le proprie risorse individuali, sociali, culturali ed ambientali e misurarsi, senza soccombere, con i propri limiti”.

La cerimonia di apertura proseguirà nel pomeriggio alle ore 14,30 con la lettura magistrale tenuta dal prof. Adriano Ferrari su “L’ontogenesi della motricità e della percezione”, cui seguirà la presentazione vera e propria del master, della sua articolazione, della sua organizzazione scientifica e culturale da parte della dott.ssa Luisa Montanari, referente tecnico del corso di laurea in Fisioterapia.

Punto forza del Master, che comporterà un impegno annuale di 1.500 ore, è rappresentato dalla presenza fra i docenti di qualificati esperti provenienti dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, ma anche da altri Atenei quali Parma, Pavia e Pisa, oltre ai professionisti delle Aziende Sanitarie Locali di Reggio Emilia e Modena.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy