• Google+
  • Commenta
5 luglio 2007

Venezia: regia di Federico Greco

La Facoltà di Design e Arti dell‘Istituto Universitario di Architettura di Venezia in collaborazione con il Dipartimento delle arti e del dis
La Facoltà di Design e Arti dell‘Istituto Universitario di Architettura di Venezia in collaborazione con il Dipartimento delle arti e del disegno industriale, con il Dottorato di teorie e storia delle arti e con il Corso di laurea specialistica in progettazione e produzione delle arti visive, ha in programma “Cinema & Video nell’era digitale”, che si realizzerà in un doppio appuntamento ( 5 e 6 luglio, alle ore 11, presso l’Aula E ) con Federico Greco, noto regista cinematografico e televisivo, nonchè produttore, critico e giornalista di settore. Ha realizzato diversi cortometraggi e documentari da destinare al satellitare; recentemente ha esordito con il suo primo lungometraggio. Insegnante di teoria e pratica cinematografica a Sansepolcro (Arezzo) presso il Circolo MetaMultiMedia, è spesso impegnato in lezioni e seminari di cinema durante l’anno accademico e nell’ambito della didattica di alcune università italiane. Gli incontri saranno accompagnati dalla proiezione dei documentari diretti dallo stesso Greco “Ambiguità e disincanto”, “Il digitale nel cinema italiano” e “Stanley and us”, classificato come docufilm (della durata di 58’) circa la vita e l’attività di Stanley Kubrick.; in pochi anni, nonostante il basso budget impiegato e la sua dichiarazione d’indipendenza, “Stanley and us” è diventato una delle più importanti e significative testimonianze dell’opera del grande regista americano, costruito rilevando interviste tra collaboratori, attori, amici e parenti di Kubrick. E’ una pellicola la cui proiezione è immancabile nell’ambito di rassegne, nazionali ed internazionali, a lui dedicate. Il documentario “Il digitale nel cinema italiano” è stato invece realizzato sulla base delle ricerche fatte per la tesi di laurea di Michela Greco (Facoltà di Scienze della Comunicazioni di Roma), coautrice del film. La pellicola affronta l’inevitabile quanto rivoluzionario ingresso del digitale nel mondo del cinema di casa nostra, la sua volontà di modernizzarne i contesti senza però cancellarne l’impronta “tradizionale” .“Ambiguità e disincanto” è invece un omaggio al cinema colto ed intelligente di Emidio Greco; il suo rifiuto del realismo ed il suo amore per il linguaggio evocativo, per la metafora, per l’interpretazione lo hanno purtroppo tagliato un po’ fuori dal panorama della grande notorietà, restando un regista dai contenuti, per così dire, di nicchia.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy