• Google+
  • Commenta
30 settembre 2007

Premio Maria Grazia Cutuli: le tesi vanno presentate entro il primo ottobre

Era il 19 novembre 2001 quando, nel corso del conflitto afgano, sulla strada che da Jalalabad porta a Kabul, veniva uccisa forse da un gruppo di tal
Era il 19 novembre 2001 quando, nel corso del conflitto afgano, sulla strada che da Jalalabad porta a Kabul, veniva uccisa forse da un gruppo di talebani Maria Grazia Cutuli, inviata del Corriere della Sera, assieme al collega Julio Fuentes (El Mundo –Spagna) e a due corrispondenti dell’agenzia Reuters, l’australiano Harry Burton e l’afghano Azizullah Haidariinviata.
Da quel tragico giorno sono trascorsi sei anni e la situazione afgana sembra solo leggermente migliorata. In ricordo della giornalista Cutuli è stato istituito un premio internazionale, giunto ormai alla terza edizione, aperto ai laureati specialistici (II livello) o di dottorato o di vecchio ordinamento con tesi sul giornalismo, discusse nell’ultimo biennio nelle università italiane (premio 1.500 Euro). La seconda sezione è invece dedicata alle tesi di laurea triennale (I livello) in materie giornalistiche tra i laureati nelle Università italiane nell’ultimo biennio (premio 1000Euro).
La scadenza del termine di presentazione delle tesi è lunedì 1 ottobre. Il Premio sarà consegnato il 17 novembre a Santa Venerina (Ct), terra della giornalista. Il relativo bando è consultabile sui siti www.corriere.it, www.unict.it, www.unime.it, www.unipa.it, www.unikore.it, www.comune.santavenerina.ct-egov.it.
Dopo aver esordito come collaboratrice nel quotidiano La Sicilia e nella locale emittente televisiva Telecolor, occupandosi di spettacolo, Maria Grazia Cutuli si trasferisce a Milano, dove lavora prima al periodico Centocose, edito da Mondadori, e poi ad Epoca. Iscrittasi all’albo professionista collabora con l’UNHCR, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Negli anni novanta passa al Corriere della Sera, dal quale ottiene quattro contratti a termine a partire dal 1997, fino ad essere assunta a tempo indeterminato il 2 luglio 1999.
La svolta per la sua carriera arriva il 13 settembre 2001, quando dopo gli attentati alle Torri gemelle di New York viene inviata in Afghanistan. Partita per Gerusalemme, da qui si sposta in Pakistan e poi in Afghanistan, dove rimarrà vittima di un attentato forse di matrice Taliban.
Seconda vittima del terrorismo al Corriere della sera dopo il giornalista Walter Tobagi (ucciso dalla Brigata XXVIII Marzo, nel 1980), la Cutuli è stata promossa dopo la morte inviata speciale alla memoria su decisione del direttore Ferruccio De Bortoli.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy