• Google+
  • Commenta
2 settembre 2007

Sapienza: scoperta l’area cerebrale che provoca l’abuso di sostanze

Secondo una recente scoperta, frutto di uno studio condotto dal gruppo di ricerca del professor Stefano Puglisi-Allegra (Dipartimento di Psicologia e Secondo una recente scoperta, frutto di uno studio condotto dal gruppo di ricerca del professor Stefano Puglisi-Allegra (Dipartimento di Psicologia e Neurobiologia dell’Università La Sapienza), la fonte di comportamenti abusivi nei confronti di stimolti gratificanti come droghe e cibo si troverebbe a livello di una determinata sinapsi della corteccia prefrontale.
L’importante scoperta è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista Proceeding of the National Academy of Sciences of the USA (PSA), e consentirà – grazie all’identificazione di questa parte del cervello responsabile di abusi – di studiare patologie quali tossicodipendenza e disturbi alimentari, nonchè di porvi rimedio con nuovi strumenti farmacologici. Lo studio ha anche dimostrato, grazie all’analisi di reazioni di evitamento di stimoli potenzialmente nocivi, che attraverso questa scoperta potranno meglio comprendersi i meccanismi cerebrali tipici delle sindromi ansioso-fobiche.
La tecnica adottata per questi studi è stata la sofisticata microdialisi intracerebrale applicata al modello animale, lasciando ben sperare che in futuro si possano risolvere problemi legati alle disfunzioni emozionale ed alle alterazioni affettive.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy