• Google+
  • Commenta
20 settembre 2007

Udine: il cantastorie Sgorlon dottore honoris causa

Un personaggio in grado di far diventre il Friuli un modello universale. Questa la capacità di un uomo come Carlo Sgorlon secondo il magnifico Un personaggio in grado di far diventre il Friuli un modello universale. Questa la capacità di un uomo come Carlo Sgorlon secondo il magnifico Rettore Furio Honsell. Nella sua lectio doctoralis “tra epos e metafisica”, pronunciata in occasione del conferimento della laurea honoris causa in Scienze della formazione primaria da parte dell’Università di Udine, lo scrittore friulano ha esordito con queste parole: «Per salvare la Terra bisognerebbe tornare a forme di vita simili a quelle della civiltà contadina, con il vantaggio però di possedere la miracolosa tecnologia dei nostri tempi». La cerimonia, svoltasi al cinema Visionario di Udine nell’ambito delle celebrazioni per il decennale della facoltà di Scienze della formazione, ha visto la partecipazione di numerose autorità, locali e regionali. Ad una persona così genuina e lucida nel descrivere pregi e difetti dell’odierna società civile friulana, la laurea Honoris causa è stata attribuita con la seguente motivazione: «per la consistente produzione letteraria che gli ha valso riconoscimenti nazionali e internazionali; per aver ricoperto nel corso della sua vita l’incarico di docente nelle scuole superiori, distinguendosi per l’impegno didattico e affiancando così la sua attività, volta all’educazione dei giovani, a quella dello scrittore; per aver esportato le tradizioni culturali al di fuori della nostra regione, veicolando l’immagine di una terra depositaria di sentimenti e di valori culturali, civili e umani».

Google+
© Riproduzione Riservata