• Google+
  • Commenta
31 ottobre 2007

A Salerno il convegno: Il testo oltre i confini

E’ iniziato ieri ( martedì 30 ottobre ) e proseguirà nella giornata di oggi ( mercoledì 31 ottobre ) presso l’ Universit&agra

E’ iniziato ieri ( martedì 30 ottobre ) e proseguirà nella giornata di oggi ( mercoledì 31 ottobre ) presso l’ Università di Salerno, il convegno internazionale del Dipartimento di Studi linguistici e letterari, dal titolo “ Il testo oltre i confini. Passaggi, scambi, migrazioni ”.
Nell’ era odierna, in cui veniamo bombardati quotidianamente, in ogni luogo e in ogni modo, da flussi di informazione dei più svariati generi, il testo scritto sembra assumere una rilevanza sempre minore. Dibattere sul destino del testo scritto, sulle forme che questo sta assumendo col tempo e sulle trasformazioni che, dall’ invenzione della stampa sino ai giorni nostri, hanno accompagnato la scrittura, sembra più che doveroso. Il convegno, che sta prendendo forma nell’ aula delle Lauree “Nicola Cilento”, propone un’ attenta riflessione sulla produzione, la fruizione e le modalità di analisi delle forme di testualità, non esauribile euristicamente attraverso categorie preconfezionate. Nel terzo millennio, specialmente grazie alla nascita di nuovi media, la letteratura vive in uno stadio ibrido. Non è poi tanto semplice definire cosa sia letteratura e cosa non lo sia, né tanto meno avere una definizione precisa di essa. Le modalità di fruizione della testualità subiscono metamorfosi repentine. Supporti nuovi sono destinati ad entrare di prepotenza sulla scena culturale e accantonarne vecchi. La verticalità, grazie alla rete e all’ ipertesto, ha sostituito l’ orizzontalità della lettura. Anche il buono e tanto amato odore della carta, sembra destinato all’ oblio.
Il convegno, oltre ad essere l’ occasione per avviare una discussione sulle più evidenti trasformazioni linguistiche ed espressive che sono riscontrabili oggidì, rappresenterà il momento più adatto per sottrarre alcuni autori, da quello che molti oggi definiscono il “ naufragio post-moderno ”. Il confronto tra i diversi codici espressivi avrà come punto di partenza la letteratura.

Google+
© Riproduzione Riservata