• Google+
  • Commenta
15 ottobre 2007

Federico II: i migliori fisici d’Italia

I migliori fisici d’Italia. Beh, si, data la natura del nostro quotidiano di informazione avrete subito capito che non si tratta di novelli mister m
I migliori fisici d’Italia. Beh, si, data la natura del nostro quotidiano di informazione avrete subito capito che non si tratta di novelli mister muscolo, ma di pregevoli laureati in Fisica. Che secondo “Il Sole 24 ore” si trovano all’Università degli Studi di Napoli Federico II. Il quotidiano ha infatti tracciato, in un articolo pubblicato a settembre, il profilo dei laureati in Scienze Fisiche nell’Ateneo fridericiano. La capacità di previsione e soluzione di problemi in materia scientifica è infatti una caratteristica che accomuna i laureati in queste facoltà dell’università campana. E’ per questo che i dottori, appunto, i fisici, attirano l’interesse di imprese e multinazionali di alto livello. Buone prospettive future, dunque, per questi neodottori, che potranno sperare in un veloce ingresso nel mondo del lavoro. Forse anche per queste possibilità gli iscritti alle facoltà scientifiche alla Federico II sono in aumento, dopo il trend di discesa evidente negli anni passati. Le facoltà che in Italia hanno avuto spesso difficoltà e momenti di diserzione, legati probabilmente anche ad un’istruzione scolastica scoraggiante, potrebbero essere in ripresa. E sicuramente nell’ottica lavorativa presentano notevoli pregi. Con l’ormai noto percorso di studi 3+2, dunque con 5 anni ( più o meno…) di studio, i nuovi dottori possono trovare un impiego con una certa facilità, certo maggiore di quella prevista per chi sostiene studi di tipo umanistico. Del resto sono numerose le intese che l’ateneo ha stretto con diverse imprese, in un’ottica di collaborazione e finanziamento, ma anche per facilitare il meccanismo di domanda-offerta di lavoro. Elementi di notevole importanza, nella scelta degli studi da intraprendere.

Google+
© Riproduzione Riservata