• Google+
  • Commenta
16 ottobre 2007

Test truccati all’ Università di Bari

“ Fino all’ esito della Camera di consiglio del 26 ottobre 2007 non ci sarà la ripetizione del test d’ ingresso a Medicina e Odontoiatria

“ Fino all’ esito della Camera di consiglio del 26 ottobre 2007 non ci sarà la ripetizione del test d’ ingresso a Medicina e Odontoiatria all’ Università di Bari ”. Con queste parole, il Tar della Puglia ha ordinato l’ immediata sospensione delle nuove prove che il Rettore dell’ Università di Bari, Corrado Petrocelli, aveva previsto per i giorni 17 e 18 ottobre. In base al dilagare del fenomeno delle truffe Universitarie infatti, il Rettore dell’ Università di Bari decise di annullare le preselezioni del 4 e 5 settembre scorso e di rifare nuovamente i test il 17 e 18 ottobre, escludendo ovviamente dalle prove scritte i quarantuno studenti indagati per frode.
Intanto, il 26 ottobre prossimo, il Tar di Bari si riunirà nuovamente per prendere una decisione definitiva riguardo ai ricorsi di circa duecento studenti, contro l’ annullamento delle selezioni del 4 e 5 settembre, ordinata per decreto da Corrado Petrocelli, il Rettore dell’ Università Barese.
Le ragioni che hanno spinto i giudici della prima sezione del Tar ( presieduta da Corrado Allegretta ) allo slittamento dei test d’ ingresso, sarebbero di natura tecnica. I giudici hanno richiesto alla procura di Bari l’ invio degli atti del sequestro probatorio riguardanti l’ inchiesta in corso, dove risultano indagate cinquanta persone, e delle quali quarantuno sembrerebbero essere studenti.
La notizia è apparsa nei giorni scorsi anche sulle più importanti testate giornalistiche italiane.

Google+
© Riproduzione Riservata