• Google+
  • Commenta
14 novembre 2007

Al via alla Sapienza il secondo European Quality Assurance Forum

Dal 15 al 17 novembre oltre 500 rappresentanti delle università di 45 Paesi discuteranno sulle esperienze e sui fattori di successo e di ostacoDal 15 al 17 novembre oltre 500 rappresentanti delle università di 45 Paesi discuteranno sulle esperienze e sui fattori di successo e di ostacolo nell’applicazione degli European Standards and Guidelines for Quality Assurance.
Al Forum parteciperanno rettori e prorettori, studenti, esponenti di agenzie nazionali per la valutazione e per l’accreditamento, responsabili e certificatori della qualità, studiosi dei sistemi di istruzione terziaria.
L’evento, finanziato dal programma Socrates, è promosso dall’E4, il gruppo composto dai principali stake holders in materia di università in Europa, cioè l’European Association for Quality Assurance in Higher Education (ENQA), l’European Students Union (ESU), l’European University Association (EUA) e l’European Association of Institutions in Higher Education (EURASHE).
A seguito della prima edizione EQAF2006, svoltasi a Monaco, la Sapienza è stata prescelta tra altre università europee candidate a ospitare il secondo forum in considerazione dei programmi attivati in tema di assicurazione della qualità dal Nucleo di valutazione di ateneo. Ha meritato attenzione anche il fatto che in Italia sia in corso la creazione di una agenzia nazionale per la valutazione del sistema universitario.
Il forum si inquadra nell’ambito del Bologna Process, ovvero il percorso verso la costruzione di una Spazio europeo dell’istruzione terziaria avviato a Bologna nel 1999, con la firma di un documento comune da parte di decine di Paesi europei.
Alla sessione inaugurale del 15 novembre interverrà il ministro Fabio Mussi.

Google+
© Riproduzione Riservata