• Google+
  • Commenta
20 novembre 2007

Il nuovo nome della Seconda Università Degli Studi Di Napoli

Da anni oramai è in corso un dibatto sulla denominazione di uno dei più gradi istituti universitari della Campania. La Seconda U
Da anni oramai è in corso un dibatto sulla denominazione di uno dei più gradi istituti universitari della Campania. La Seconda Università degli Studi di Napoli (Sun) venne istituito nel 1991 allo scopo di decongestionare l’allora affollatissimo ateneo napoletano Federico II. Nel corso degli anni, lo sviluppo dell’ateneo è stato continuo, e molte sono state le aperture di nuovi facoltà soprattutto nella provincia di Caserta. Capua, Santa Maria Capua Vetere, Aversa, Marcianise, Caserta e ovviamente Napoli, sono i comuni in cui si svolge gran parte dell’attività didattica. Proprio per la dislocazione geografica delle varie facoltà, quasi totalmente nel territorio della provincia di Caserta, da anni si discute sulla necessità di cambiare la denominazione dell’Ateneo, avendo oramai tagliato i “cordoni ombelicali” con la città di Napoli. A breve infatti, sia la presidenza, attualmente situata in via Santa Maria di Costantinopoli a Napoli, che parte della facoltà di Medicina, lasceranno il capoluogo, per trasferirsi anche loro a Caserta. In tale prospettiva il nome “Seconda Università degli Studi di Napoli” si è rivelato quanto mai inadeguato, aprendo un dibattito che oramai va avanti da anni. Un eventuale cambio di denominazione priverebbe Napoli del suo quinto ateneo e quindi è chiaramente comprensibile l’opposizione di molti. In un paese come l’Italia, dove i campanilismi locali non sono mai morti, trovare un accordo risulta essere molto difficile. Bocciata da tempo, ma mai accantonata, l’ipotesi di chiamare il Sun, Università degli Studi di Caserta, si è cercato di trovare soluzioni più concilianti, ed attualmente il nome “Università di Terra e di Lavoro” sembra aver riscosso maggiori consensi, pur essendo francamente deludente. Qualunque sia la denominazione, resta il fatto che il Sun è in continua crescita, quest’anno il numero di studenti toccherà l’impressionante cifra di 30.000 iscritti, toccando punte di eccellenza in molti settori, è questa è l’unica cosa che conta.

Google+
© Riproduzione Riservata