• Google+
  • Commenta
31 dicembre 2007

All’Università di Urbino vincono tenacia e volontà

Quello che è successo il 19 ottobre scorso, presso l’Università degli Studi di Urbino è la dimostrazione che con una grande ten
Quello che è successo il 19 ottobre scorso, presso l’Università degli Studi di Urbino è la dimostrazione che con una grande tenacia e tanta, tantissima forza di volontà, si possono raggiungere traguardi a dir poco inimmaginabili.
Infatti in quella data lo studente sordo-cieco Francesco Mercurio ha visto realizzarsi il suo sogno di sempre, che era appunto quello di diventare “dottore”, laureandosi in Giurisprudenza con la votazione di 110/110 con lode.
Francesco, che proprio il 19 ottobre ha compiuto 26 anni, è il giovane presidente del Comitato delle persone sordo-cieche presso la Lega dl Filo d’Oro ed è sempre stato parte attiva all’interno della struttura di questa Associazione, portando all’attenzione della gente le necessità e le istanze delle persone afflitte da handicap gravi quali, nello specifico, cecità e sordità.
Oggi Francesco ha dimostrato con il suo bellissimo esempio che con il supporto di strutture adeguate anche chi è meno fortunato degli altri può ugualmente approfondire la propria cultura, nell’ambito che più lo appassiona, fino a conseguire una laurea.
Il nostro “ragazzo prodigio” ha completato il suo percorso didattico, ricco senz’altro di mille difficoltà, ma anche cosparso da tante soddisfazioni, discutendo la sua tesi dal titolo “La tutela delle persone disabili nella Costituzione e nella normativa di attuazione”, al cospetto di una commissione presieduta niente meno che dal Magnifico Rettore, Giovanni Bugliolo, all’interno dell’Aula Magna dell’Ateneo marchigiano.
Oltre al plauso ed ai complimenti della commissione, a Francesco sono stati tributati due doni simbolici che davvero di rado vengono dispensati agli studenti più meritevoli, ovvero la cravatta e la spilla dell’Università.
Per festeggiare questo avvenimento, venerdì 16 novembre, il Comune di Osimo, ha organizzato una splendida cerimonia a cui sono stati invitati naturalmente tutti i parenti e gli amici, giunti per l’occasione da Villa Literno, località in provincia di Caserta dove Francesco tuttora vive, con la presenza delle autorità e di una folta rappresentanza della Lega del Filo d’Oro.
A tal proposito ritengo opportuno ricordare l’enorme importanza che rivestono associazioni come la Lega del Filo d’Oro per il sostegno offerto a tutte le famiglie gravate da situazioni di handicap più o meno gravi.
Qualora si volesse approfondire questa tematica o anche solo partecipare ai progetti ed alle attività dell’Associazione mediante una donazione, l’indirizzo web da visitare è il seguente:
http://www.legadelfilodoro.it/

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy