• Google+
  • Commenta
18 dicembre 2007

Non è mai troppo tardi per una… laurea!!!

Non è mai troppo tardi per laurearsi, qualora ci sia una motivazione sincera e tanta, tantissima determinazione.
Lo dimostrano diversi cas

Non è mai troppo tardi per laurearsi, qualora ci sia una motivazione sincera e tanta, tantissima determinazione.
Lo dimostrano diversi casi di lauree conseguite in tarda età, come quella della signora Fiorenza Burchi, la quale proprio ultimamente, alla soglia degli 80 anni, si è laureata presso la Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’Università degli Studi di Pisa.
La signora Burchi non aveva mai realmente abbandonato il sogno di concludere onorevolmente i suoi studi universitari, cominciati nel lontano 1948, con l’iscrizione presso l’Ateneo pisano, dove, da studentessa modello, aveva frequentato corsi su corsi, superando un esame dietro l’altro.
Purtroppo quella brillante carriera scolastica, che peraltro non fu mai facile, a causa dei postumi della grande guerra e di un matrimonio con due figli, fu interrotta bruscamente da un trasferimento forzato in Svizzera.
Tuttavia, come si diceva all’inizio, non è mai davvero troppo tardi…. infatti la signora, dopo oltre 30 anni, ha deciso di concludere quello che aveva cominciato tanti anni prima, riprendendo in mano i libri e preparandosi per l’ultimo atto del suo percorso scolastico: la tesi.
E così, all’interno di un’aula sovraffollata da parenti, amici e fotografi, Fiorenza Burchi si è laureata con il voto di 100/110, dopo aver discusso la sua tesi dal titolo “Le scurire de l’araignee di Corinna Bille. Traduzione e commento”, davanti ad una commissione decisamente incuriosita, composta dalle professoresse Francoise Bidaud e Anne Marie Jaton, ed alla presenza del preside della Facoltà Bruno Mazzoni e del prorettore per i rapporti con gli studenti Angelo Baggiani.
Tutto ciò sta a ribadire che il sapere non ha età.
Tanto è vero che casi come questo non sono poi così rari al giorno d’oggi.
Basti pensare a quel signore di Massa, laureatosi a 74 anni, presso la Facoltà di Lingue, con il massimo dei voti; oppure quella signora di 73 anni che due anni più tardi si è laureata in Storia, anch’essa con 110/110.
Ma all’estero accade anche di meglio: nel 2002, un simpatico vecchietto australiano si è laureato in Legge, presso l’Università del New England, alla veneranda età di 91 anni.
Che si tratti di passione, orgoglio, sogno interrotto mai del tutto abbandonato, non sta a noi dirlo; ma una cosa è certa: come scrisse il sommo poeta, “fatti non fummo a viver come bruti, ma per seguire virtude e conoscenza”.
E questi studenti appassionati sono qui a ricordarcelo, con il loro meraviglioso esempio.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy