• Google+
  • Commenta
18 dicembre 2007

Riforma in atto per le università on-line

Negli ultimi anni abbiamo avuto un vero e proprio proliferarsi delle università on-line, una sorta di atenei virtuali dove era possibile iscr
Negli ultimi anni abbiamo avuto un vero e proprio proliferarsi delle università on-line, una sorta di atenei virtuali dove era possibile iscriversi, seguire i corsi, sostenere esami ed infine, ovviamente, conseguire la una laurea legalmente valida. E’ inutile dire che questo nuovo tipo di università ha fatto scattare una serie infinita di polemiche, dubbi e accuse. Dal suo insediamento il ministro Fabio Mussi ha da subito dichiarato guerra alle università on-line e adesso, con la collaborazione di Luigi Nicolais (innovazione) ha iniziato a realizzare una nuove regolamentarizzazione del settore. Il provvedimento fissa i requisiti minimi che gli “atenei virtuali” dovranno avere per ottenere il riconoscimento da parte del ministero oltre a possedere possedere alcuni requisiti richiesti a tutte le università, come ad esempio il numero dei docenti di ruolo in rapporto a quello dei corsi offerti. Chi non riuscirà ad adempiere ai nuovi obblighi sarà costretto a chiudere, ed è inutile aggiungere che se tale operazione verrà correttamente eseguita, saranno in molti a scomparire.

Google+
© Riproduzione Riservata