• Google+
  • Commenta
18 dicembre 2007

Riforma in atto per le università on-line

Negli ultimi anni abbiamo avuto un vero e proprio proliferarsi delle università on-line, una sorta di atenei virtuali dove era possibile iscr
Negli ultimi anni abbiamo avuto un vero e proprio proliferarsi delle università on-line, una sorta di atenei virtuali dove era possibile iscriversi, seguire i corsi, sostenere esami ed infine, ovviamente, conseguire la una laurea legalmente valida. E’ inutile dire che questo nuovo tipo di università ha fatto scattare una serie infinita di polemiche, dubbi e accuse. Dal suo insediamento il ministro Fabio Mussi ha da subito dichiarato guerra alle università on-line e adesso, con la collaborazione di Luigi Nicolais (innovazione) ha iniziato a realizzare una nuove regolamentarizzazione del settore. Il provvedimento fissa i requisiti minimi che gli “atenei virtuali” dovranno avere per ottenere il riconoscimento da parte del ministero oltre a possedere possedere alcuni requisiti richiesti a tutte le università, come ad esempio il numero dei docenti di ruolo in rapporto a quello dei corsi offerti. Chi non riuscirà ad adempiere ai nuovi obblighi sarà costretto a chiudere, ed è inutile aggiungere che se tale operazione verrà correttamente eseguita, saranno in molti a scomparire.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy