• Google+
  • Commenta
21 gennaio 2008

Prostituzione studentesca: in Francia due libri choc sul tema

Ormai da diversi anni ricorrono alla prostituzione perché, per loro, è il metodo più semplice per guadagnare soldi. Le studen

Ormai da diversi anni ricorrono alla prostituzione perché, per loro, è il metodo più semplice per guadagnare soldi. Le studentesse Universitarie francesi che fanno ciò, dopo aver lasciato a bocca aperta il mondo accademico di mezzo globo, sono oggi diventate le protagoniste di due libri. A dare la notizia è stato “ Metro ”, quotidiano francese a diffusione gratuita, che nei giorni scorsi ha annunciato l’ uscita de “ La prostitution étudante à l’ heure des nouvelles technologies ” di Eva Clouet ( studentessa al master 2 di Tolosa ), e della sua postfazione “ Mes chères études ”, di Laura D., studentessa e una tempo prostituta. L’ autrice del primo dei due libri menzionati, distingue nel suo lavoro tre profili di prostituta che ancora oggi a suo avviso tengono banco. Il primo è quello della ragazza che volendo uscire dal vicolo cieco della precarietà economica, inizia a vendere il proprio corpo per viver meglio. E’ il caso di Sandrine, studentessa francese di una grande scuola, che attraverso due o tre appuntamenti riesce a mettere da parte circa novecento euro, a dispetto dei trecento euro che guadava in passato, dopo decine di ore di baby-sitting. Il secondo profilo è quello della ragazza che proviene da una tradizione sociale migliore, spesso da una famiglia cattolica, che vuole uscire dalla “ costrizione ”. Le ragazze che appartengono a questo profilo, spiega Eva Clouet, hanno spesso avuto una sessualità frenata da una rigida morale, e dunque non si prostituiscono per denaro ma per assaporare il “ piacere ” del proibito. Infine ci sono le ragazze che hanno creduto profondamente nell’ amore ma hanno vissuto delle scottanti delusioni. Queste passano perciò alle relazioni libertine e senza sentimento, e per non essere considerate delle prostitute gratuite, decidono di farsi pagare.
La tripartizione di Eva Clouet, oltre a trovare molti proseliti, ha portato la sociologia contemporanea ad interrogarsi sulla questione della prostituzione tra gli Universitari. Questo fenomeno sembrerebbe legato ad una crescente precarietà della vita studentesca. L’ Osservatorio della vita studentesca francese infatti, ha contato nel 2006, 20000 giovani “ in situazione di grave e duratura povertà ”. E’ proprio il caso dell’ autrice del libro “ Mes chères études ”, Laura D., che in un’ intervista apparsa martedì 15 gennaio sul quotidiano francese “ Metro ” ha spiegato come si è avvicinata al mondo della prostituzione: “ Avevo delle serie difficoltà economiche – ha affermato la ventenne – e ho provato a chiedere aiuto a varie associazioni giovanili, ma niente. Poi Internet si è presentato come un facile mezzo per riuscire a racimolare qualche extra ”. Inserendo su qualche motore di ricerca frasi chiave, come “ lavoro per studenti ” o cose simili, Laura D. ha notato i primi annunci che l’ hanno lanciata in questo mondo oscuro. Alcuni annunci mascherano il loro vero contenuto e cercano prostitute sotto le voci “ casting ” o “ audizioni ”; altri al contrario sono più espliciti, come uno di quelli che lesse la ragazza: “ Giovane uomo, cinquant’ anni, cerca incontri occasionali con studentesse. Remunerazione considerevole ”.
Laura D., ventenne e già con un passato di cui non si può affatto andar fieri, crede che l’ unica soluzione per lottare contro la prostituzione studentesca, sia quella di rendere attivi degli aiuti finanziari per gli studenti che ne hanno più bisogno. Il Crous, che tentò invano di aiutare Laura D. cerca di fare il possibile, ma non ha i mezzi necessari ad aiutare i giovani. La precarietà, come ha spiegato Laura D., è una delle cause principali della prostituzione studentesca.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy