• Google+
  • Commenta
12 marzo 2008

Unige sotto attacco degli hacker

Da qualche giorno l’Università di Genova è sotto attacco informatico: la rete di circa settemila pc dell’ateneo genovese è bersaglio di criminali che Da qualche giorno l’Università di Genova è sotto attacco informatico: la rete di circa settemila pc dell’ateneo genovese è bersaglio di criminali che hanno preso sotto controllo la rete universitaria per poter commettere atti illeciti e criminali. Risalire agli autori dell’atto e cosa estremamente difficile, se non impossibile. La polizia postale è riuscita ad isolare tre atti particolarmente gravi, commessi da questa banda di hacker: la diffusione attraverso il web di materiale pedopornografico (immagini e filmati), l’invio di email a raffica a una serie infinita di indirizzi di persone ignare (spamming) e la creazione truffaldina di false aste modello Ebay. Un episodio in particolare ha individuato un gruppo di pirati informatici cinesi all’origine della macchinazione. Il delegato del Rettore per l’informatica e la telematica di ateneo, Tullio Vernazza, ha dichiarato: “Sono casi che si sono ripetuti diverse volte. E che torneranno a verificarsi, considerando la diffusione che stanno avendo le reti wireless (senza fili)”. Il caso è emerso a margine della cerimonia, organizzata nella sede della facoltà di Ingegneria, della firma della convenzione tra la polizia postale e la facoltà genovese (alla quale sono iscritti quasi cinquemila studenti da tutta Italia) all’insegna della collaborazione nella lotta al crimine informatico.

Google+
© Riproduzione Riservata