• Google+
  • Commenta
10 aprile 2008

Roma: work in progress

Giunge alla terza edizione il premio istituito dalla CRUI, dall’ UNAR e dall’ Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali: si tratta di una opportuGiunge alla terza edizione il premio istituito dalla CRUI, dall’ UNAR e dall’ Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali: si tratta di una opportunità per dottorati di ricerca in materia di promozione della parità di trattamento e rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull’origine etnica, ed è parte di un più ampio programma ben affermato a livello europeo di nome progress. Oltre a offrire degli interessanti spunti di ricerca paralleli ad ambiti specialistici, l’iniziativa intende diffondere negli Atenei italiani i valori dell’antirazzismo e favorire una cultura multietnica, attraverso uno studio rivolto ad accrescere la conoscenza e l’approfondimento scientifico dei temi della promozione e della parità di trattamento indipendentemente dalla razza o dall’origine etnica, dall’appartenenza culturale o religiosa. A partire dalla seconda metà del Novecento ha cominciato a prendere piede il fenomeno della globalizzazione, che ha portato con sé diverse nuove forme di discriminazione o di mancato adattamento a nuove realtà sociali anche in base alla propria identità; uno dei punti di forza offerti dal programma progress è proprio lo sviluppo di una consapevolezza del sé atta al superamento e al contrasto di queste nuove forme di emarginazione.

Google+
© Riproduzione Riservata