• Google+
  • Commenta
9 maggio 2008

Un progetto Unisa: riparte la corsa per eleggere l’innovatore dell’anno!

Il Direttore Amministrativo facente funzioni dell’Università di Salerno, dott. Salvatore Colucci, tra i finalisiti al social rating per la desiIl Direttore Amministrativo facente funzioni dell’Università di Salerno, dott. Salvatore Colucci, tra i finalisiti al social rating per la designazione dell’Innovatore 2008 (categoria “inclusione”): la persona che, a giudizio della rete, ha apportato il contributo più rilevante e innovativo nell’ambito di ciascuna categoria premiale.
E’ un innovatore perchè:
ha realizzato un progetto artistico-teatrale articolato in una serie di attività laboratoriali coinvolgenti studenti disabili, volontari del Servizio Civile Nazionale e studenti normodotati, nell’apprendimento e sperimentazione delle discipline della recitazione, del canto e della danza. La conduzione delle attività laboratoriali prevede il ricorso a percorsi formativi innovativi attenti alla eterogeneità delle problematiche dei partecipanti, e all’utilizzo di attrezzature informatiche “speciali” al servizio della disabilità. Il progetto si pone come finalità principale la promozione di una cultura dell’integrazione della disabilità e il superamento di logiche di mera tolleranza della diversità, mediante il coinvolgimento dei ragazzi disabili in attività dai risvolti formativi ed espressivi in un contesto di “normalità”, precludendo la possibilità di attivazione di processi di emarginazione e ghettizzazione.
Il progetto
Facilitare le relazioni sociali e l’integrazione della disabilità: il laboratorio artistico-teatrale dell’Università degli Studi di Salerno
Il progetto ideato e avviato presso l’Università degli Studi di Salerno prevede il coinvolgimento di studenti diversamente abili, studenti e volontari del Servizio Civile Nazionale, in laboratori artistico-teatrali finalizzati alla conoscenza e sperimentazione delle arti della recitazione, del canto e della danza. La realizzazione di un laboratorio artistico-teatrale, con il coinvolgimento di studenti, studenti disabili e volontari del servizio civile, rappresenta, come conferma la letteratura del settore, un’occasione per comunicare, esprimere, capire, conoscere gli altri e se stessi; per innescare meccanismi di inclusione e integrazione funzionali; per promuovere una “cultura” dell’integrazione e garantire il superamento di pericolose logiche di “tolleranza” della diversità, scongiurando l’insorgenza di processi di emarginazione e “ghettizzazione”; per sperimentare percorsi formativi innovativi con il ricorso ad attrezzature informatiche al servizio della disabilità. Il percorso artistico-teatrale si snoda nella conduzione di una serie di attività laboratoriali, concernenti la recitazione, la danza e il canto, che si concluderanno con la messa in scena, presso il Teatro di Ateneo, di una rappresentazione artistico-teatrale comprendente momenti di recitazione commisti ad insert musicali e coreografici. Il ricorso a molteplici discipline permette una valorizzazione funzionale delle diverse potenzialità, attitudini e capacità individuali, nonché un impegnativo, continuo ed esaltante lavoro di interazione e integrazione.
Il progetto ha comportato la partecipazione del territorio, mediante la pubblicizzazione delle attività svolte e della rappresentazione artistica conclusiva, con il ricorso a materiale informativo su supporto cartaceo e telematico.
Salvatore Colucci, responsabile del progetto si è avvalso, per la programmazione, gestione e realizzazione delle attività, della collaborazione della prof.ssa Giulia Savarese, docente di Psicologia dell’Handicap e della Riabilitazione presso l’Università di Salerno; della dott.ssa Clotilde Grisolia, volontaria S.N.C., art counselor e responsabile dell’area della recitazione; della dott.ssa Angela Telesca, educatrice professionale, ex volontaria S.N.C., responsabile del settore canto; della sig.ra Mariateresa Ingino, volontaria S.C.N., responsabile del settore danza.
Ci si avvale, altresì, della collaborazione del dott. Emilio Ruggiero, funzionario amministrativo già responsabile dell’Ufficio Diritto allo Studio e dei progetti per il Servizio Civile Nazionale.
Per votare il Progetto dell’Università degli Studi di Salerno vota su:
www.innovatori.forumpa.it/innovatore
dopo che avrai votato riceverai una comunicazione dal FORUM che ti chiederà la conferma del voto.
Si vota fino al 13 maggio

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy