• Google+
  • Commenta
17 settembre 2008

Dopo “blus” i laureati romani si affidano a “soul”

L’Università di Roma “La Sapienza” in collaborazione con Roma Tre, Tor Vergata, Iusm-Università “Foro Italico” festeggiano i nuovi traguardi raggiuntiL’Università di Roma “La Sapienza” in collaborazione con Roma Tre, Tor Vergata, Iusm-Università “Foro Italico” festeggiano i nuovi traguardi raggiunti dal progetto Soul, il Sistema d’ Orientamento Università-lavoro. In due mesi, infatti, il neonato Soul ha già stabilito 10.704 contatti tra aziende e studenti. Il progetto, creato dagli atenei romani e finanziato dalla Regione Lazio e dalla Provincia di Roma, segue le orme di Blus, Borsa Lavoro Università Sapienza, che già aveva fatto parlare di sé per i numerosi risultati positivi raggiunti. Anche nei mesi estivi, tra l’altro, le iscrizioni da parte di aziende alla ricerca di personale ha avuto un notevole incremento, fatto questo assolutamente non prevedibile dagli organizzatori del progetto. Tra gli iscritti a Soul si contano non solo laureati, in una misura pari al 70 % circa, ma anche studenti in corso di studi. Le aziende iscritte coprono non solo il territorio del Lazio, ma anche gran parte di quello della Lombardia e le loro offerte sono quanto più eterogenee possibile. Il successo dei progetti Blus e Soul rendono chiaro che un avvicinamento tra istituzioni e aziende private può essere la giusta strategia per aprire più facilmente le porte del mondo del lavoro per i giovani laureati italiani.
Per iscriversi al servizio offerto da Soul o avere maggiori informazioni basta consultare il sito al www.jobsoul.it.

Google+
© Riproduzione Riservata