• Google+
  • Commenta
29 novembre 2008

La Sapienza Occupata

La cerimonia inaugurale del nuovo anno accademico che doveva tenersi ieri presso l’aula magna della Sapienza a Roma è stata interrotta da un drLa cerimonia inaugurale del nuovo anno accademico che doveva tenersi ieri presso l’aula magna della Sapienza a Roma è stata interrotta da un drappello di 500 studenti staccatisi dal corteo che contemporaneamente manifestava sfilando per le trade cittadine. Al termine del discorso pronunciato dal Rettore Luigi Frati, gli studenti sono entrati nell’edificio e, dopo aver appeso uno striscione (il quale riportava la scritta: “Che di tagli non si muoia più: vergogna!”) sul palco, hanno occupato l’aula dell’Ateneo. Il Prof.Frati, costretto quindi ad abbandonare la stanza non ha tardato a disporre la chiusura dei cancelli al fine di non far ingigantire la situazione ed a commentare la presa di posizione degli studenti come atto fascista poiché repressivo delle altrui libertà. Il corteo cittadino è stato sciolto poco dopo a causa dello scarso grado di partecipazione.
Per l’Università la Sapienza di Roma non è dunque stato un giorno da incorniciare: sarebbe da censurare l’azione degli studenti così come la dichiarazione del Rettore il quale invece di stemperare gli animi si è lasciato andare a dichiarazioni non adatte al luogo e alla posizione che ricopre.

Google+
© Riproduzione Riservata