• Google+
  • Commenta
20 febbraio 2009

In arrivo la pillola che cancella i brutti ricordi

L’idea, neanche tanto originale, l’aveva avuta Michel Gondry, visionario regista francese nel suo film “Eternal Sunshine of the SpotL’idea, neanche tanto originale, l’aveva avuta Michel Gondry, visionario regista francese nel suo film “Eternal Sunshine of the Spotless Mind”, malamente rintitolato in Italia “Se mi lasci ti cancello”: eliminare i brutti ricordi, come un lutto o una storia d’amore finita male, dalla mente delle persone.
Nel film un improbabile dottore offre il servizio con l’ausilio di avanzate tecnologie, nella vita reale tutto questo sarà possibile grazie ad un pillola.
Almeno questo è quello che ha scoperto un gruppo di ricercatori dell’università di Amsterdam: gli scienziati hanno sperimentato gli effetti di un farmaco betabloccante, di solito usato per curare i pazienti con problemi cardiaci, e hanno scoperto che riesce a influire sui meccanismi cerebrali legati ai ricordi traumatici. 
Una notizia pubblicata sulla versione online di Nature Neuroscience che, se da un lato dà grandi speranze a chi soffre di ansie, fobie e sindromi post-traumatiche, dall’altro è stata fonte immediata di polemiche accese e dubbi etici. Già perché sbarazzarci dai ricordi brutti e traumatici libera le persone da molti pesi ma crea individui che non saranno più in grado di imparare dai propri errori e soprattutto snaturati nell’essenza, fatta di esperienze belle e brutte.
La scoperta d’altronde aiuterebbe milioni di persone che soffrono di disturbi emotivi legati alla paura irrisolvibili anche con terapie psicologiche e che vedrebbero, stando al dottor Merel Kindt, che ha coordinato il gruppo di scienziati olandesi, non cancellati i propri ricordi ma solo attenuata la loro intensità emotiva.
Il primo step della sperimentazione ha intanto dato risultati incoraggianti. Su un gruppo di partecipanti nel quale sono stati indotti ricordi spiacevoli l’assunzione del farmaco ha  permesso la loro rimozione. Il prossimo passo per l’equipe olandese sarà quello di sperimentare la pillola su persone con fobie o disturbi di vario tipo, come quello da stress post-traumatico. I dubbi sul piano etico però persistono e come nel film di Gondry, la paura maggiore evocata dai detrattori di questo farmaco è che il processo di rimozione sfugga di mano ed insieme ai brutti ricordi si rischiano di perdere anche quelli più belli.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy