• Google+
  • Commenta
30 giugno 2009

LA BOCCIATURA NEL XXI SECOLO

Saranno in molti a ricordarsi l’anno scolastico 2008/2009. Il 6% degli studenti italiani non è stato ammesso alla prova di maturità e ben 400 mila sono stati bocciati dal primo al quarto superiore. I dati catastrofici non preoccupano però il ministro dell’istruzione Maria Stella Gelmini che si dice dispiaciuta delle tante bocciature, ma è lieta di annunciare una nuova era scolastica: “ serve una scuola del merito, non una scuola buonista”. Applicazione delle nuove norme e pugno duro contro i “bulli” sono le cause di questo disastroso risultato. 70 mila studenti, secondo le statistiche rese note dallo stesso ministro, sono stati bocciati per l’applicazione della norma del cinque in condotta che se da un lato ha rimesso ordine nelle aule, ha anche favorito l’allontanamento dalle scuole degli studenti meno volenterosi e più vivaci. Pro e contro insomma, che hanno scatenato un dibattito dai toni molto forti. Alcuni docenti dell’università “La Sapienza” di Roma, infatti, parlano di “fallimento della scuola” e rincara la dose Matteo Lancini, docente di psicologia adolescenziale presso l’Università Bicocca di Milano: “La sensazione è che il mondo adulto stia cercando di riprendere il controllo su una generazione che sente di non saper governare … in altre epoche la bocciatura faceva parte di un percorso educativo, i ragazzi la mettevano in conto, sapevano sostenerla. Oggi no. La vergogna di essere respinti, la mortificazione di non essere all’altezza possono compromettere per sempre il percorso di un adolescente”. Tener conto del cambiamento dei tempi, adeguarsi alle nuove generazioni e non plasmarli a immagine e somiglianza di un “modello ideale”. Cominciare dalla riqualificazione del personale docente, che troppo spesso esercita il proprio mestiere con superficialità e senza quella passione che è fondamentale per coinvolgere gli alunni. Offrire ai docenti quella stabilità economico-sociale di cui hanno bisogno e motivarli ad esercitare al meglio, quello che da molti è definito il mestiere più bello del mondo.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy