• Google+
  • Commenta
23 settembre 2009

ROBOT PER LA RIABILITAZIONE POST ICTUS

La Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa sarà presente alla seconda edizione del Festival della Salute, dedicato alle “buone pratiche” della sanità italiana e in programma a Viareggio dal 24 al 27 settembre, con due dispositivi e un modo nuovo di intendere la riabilitazione post ictus, dove il paziente è seguito da applicazioni robotiche. “Memos” è il primo dei due macchinari presentati. Già utilizzato per la riabilitazione post ictus è un robot che può essere programmato dal terapista per replicare e per intensificare il trattamento del paziente nella riabilitazione dell’arto superiore. “Memos2” è stato sviluppato nell’ambito della collaborazione fra il Gruppo Giomi e la Scuola Superiore Sant’Anna. Il paziente che deve fare riabilitazione dopo un ictus, grazie all’assistenza di questo dispositivo, esegue esercizi di reaching virtuale sullo schermo di un computer. Se il paziente non riesce a completare il compito interviene il robot a controllare il movimento portando la mano del paziente sul bersaglio applicando una forza sullo strumento capace di guidare il paziente a “riapprendere” un percorso corretto. Nella casa di cura “Ulivella e Glicini” l’utilizzo di questo tipo di macchinari sta regalando risultati che vengono valutati in maniera assai positiva.
L’altra importante novità nel campo della riabilitazione post-ictus che verrà presentata al Festival della Salute è “Ultra”, dispositivo sviluppato dalla Humanware s.r.l, azienda spin off della Scuola Superiore Sant’Anna. Il dispositivo permette l’immersione del paziente in un ambiente virtuale tridimensionale grazie a uno speciale manipolo ergonomico, collegato ad un software ed impugnato direttamente dal paziente.

Google+
© Riproduzione Riservata