• Google+
  • Commenta
29 aprile 2010

ASILO NIDO NEL CAMPUS DI SALERNO

Il prossimo 6 maggio verrà inaugurato l’asilo nido dell’Università di Salerno. Diventa
realtà quindi il sogno dei lavoratori dell’ateneo salernitano e dalla Cisl Università, che è riuscita a
concretizzare una rivendicazione che ha avuto un lungo percorso non privo di ostacoli. “La
realizzazione di un asilo per i figli dei lavoratori dell’Università, aperto a tutti coloro i quali ogni
giorno operano all’interno del campus e al territorio, è un evento storico per l’ateneo di Salerno,
per l’intera comunità universitaria, per il movimento sindacale della provincia di Salerno e di tutta la Regione Campania”, afferma il segretario generale della Cisl Università di Salerno, Pasquale
Passamano.
“E’ un traguardo importante e come abbiamo più volte affermato, un’aspirazione antica”. Quella
dell’asilo nido è un’idea nata nel lontano 1987, anno in cui l’ateneo salernitano si trasferì nella
valle dell’Irno. “Sin da allora il tema dell’asilo aziendale cominciò ad essere centrale in tutte le
riflessioni del movimento sindacale”, afferma il segretario generale cislino di federazione. Ma l’idea fu oggettivamente “penalizzata” dalla necessità di dare forma sostanziale al campus di Fisciano: l’esigenza di garantire l’insediamento compiuto nella nuova sede, il decollo delle attività didattiche, di ricerca, amministrative e dei servizi. “La Cisl, che è un’organizzazione sindacale strategica e culturalmente impegnata, si è attivata per dare forma compiuta e solidale al campus universitario, apportando un contributo concreto alla costruzione di un progetto che prevede l’ottimizzazione delle funzioni, una fruizione sociale dei servizi, il decollo di un modello di organizzazione comunitaria moderna e razionale”.
La struttura potrà ospitare fino a 61 bambini; sarà a disposizione non solo dei dipendenti dell’ateneo, ma anche al servizio delle studentesse madri e si estenderà a servizio dell’intera comunità fiscianese. “L’asilo nido fa parte delle grandi battaglie sindacali per l’emancipazione femminile ed è il decisivo punto di snodo di un problema antico: la gestione solidale dei tempi di lavoro, del tempo familiare e del tempo libero”, conclude Passamano.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy