• Google+
  • Commenta
13 agosto 2010

L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO VA IN NEPAL

L’Ateneo sannita parteciperà ad alcuni eventi per lo sviluppo del processo di internazionalizzazione della ricerca e dell’alta formazione, che si svolgeranno nelle Regioni Asiatiche a fine Agosto.

In particolare a Kathmandù, in Nepal, dal 21 al 23 Agosto si terrà il workshop dal titolo “Possibility of Cooperation in Higher Education between Europe and Asia”, per l’implementazione di nuove azioni di cooperazione tra i Paesi asiatici e l’Europa, a cui parteciperà anche l’ambasciatore dell’Unione Europea in Nepal, Dr. Alexander Spachis. Per l’Università del Sannio il prof. Matteo Mario Savino e la dott.ssa Sara Furno presenteranno i positivi risultati del progetto “E-LINK – east-west Link for Innovation, Networking and Knowledge exchange”, finanziato dalla Unione Europea nell’ambito del Programma Erasmus Mundus, che ha consentito a 50 studenti e docenti dei paesi asiatici di svolgere attività di studio e ricerca a Benevento, presso l’ateneo sannita.

Successivamente si terrà a Paro, in Buthan, dal 25 al 28 agosto, il Congresso Internazionale “Software Knowledge Information Management and Applications – SKIMA”. Il Congresso rappresenta un importante evento nel campo della ricerca del software a livello mondiale e prevede la partecipazione di oltre 70 delegati da 45 Paesi.

Nutrita la delegazione Sannita in Buthan. Parteciperanno al congresso il prof. Matteo Mario Savino – Docente di Impianti Industriali, il Prof. Pasquale Daponte – Ordinario di Misure Elettriche ed Elettroniche, il Prof. Eugenio Zimeo, Docente di Ingegneria del Software e la Dr.ssa Sara Furno – Responsabile dell’Unità Organizzativa Programmi e Progetti di Ricerca.

In qualità di General Chair il Prof. Savino ha avanzato la candidatura dell’Università del Sannio quale sede del congresso SKIMA del 2011. La proposta ha incontrato già il parere favorevole delle delegazioni delle università di Francia, Inghilterra, Germania, Cina e Thailandia. Tale risultato è principalmente ascrivibile ai numerosi progetti internazionali dell’Ateneo Sannita di cui molte di cui molte università europee ed asiatiche sono partners, e agli eccellenti risultati delle attività di ricerca.

La decisione sarà ufficializzata al termine dei lavori della Commissione Scientifica del congresso.

Google+
© Riproduzione Riservata