• Google+
  • Commenta
22 dicembre 2010

Il Teatro politico del Belarus Free Theatre

Il Teatro politico del Belarus Free Theatre (Teatro Libero di Bielorussia) nasce a Minsk nel 2005, fondato dal drammaturgo e giornalista bielorusso Nikolai Khalezin, dalla produttrice teatrale Natalia Koliada e dal regista Vladimir Scherban.

In Bielorussia vi è ancora un regime politico repressivo che nega ogni tipo di libertà. La compagnia Belarus Free Theatre è una voce di dissenso e di denuncia che lotta per la democrazia e l’arte, affrontando nel quotidiano i controlli di costanti azioni censorie da parte delle forze politiche. E’ una dirompente necessità di un teatro come unica forma di lotta rimasta per la libertà di espressione e per la circolazione delle idee.

Con l’attuale sistema politico Belarus Free Theatre non ha nessuna registrazione ufficiale, nè locali, né altre strutture. I luoghi di incontro, per la sicurezza e il rischio di persecuzione, devono costantemente cambiare. Le prove e le rappresentazioni si svolgono in clandestinità, in piccoli appartamenti privati, in caffè di strada, nelle campagne e nei boschi. Il pubblico viene convocato il più tardi possibile grazie a un tam tam sotterraneo tramite sms o posta elettronica.
I membri del gruppo sono oggetto di continui attacchi delle autorità, alcuni di loro sono stati incarcerati. Eppure, nonostante l’attività sotto copertura, questi artisti hanno viaggiato in lungo e in largo, costruendosi una fama internazionale.

Zone of silence è l’ultimo spettacolo della compagnia proposto di recente in Italia, in cui gli attori raccontano storie della loro infanzia in Bielorussia, un paese dove poche cose si possono fare e ancor meno si possono dire. Ogni storia, raccontata con estrema sincerità, è spunto di riflessione su come le ferite dell’infanzia influenzino le nostre vite. Il loro lavoro rivela una straordinaria abilità fisica e verbale.

Il Belarus Free Theatre è l’unica istituzione culturale ad aver ricevuto il Premio dei Diritti dell’Uomo della Repubblica Francese. La compagnia ha avuto il sostegno di personalità come Vaclav Havel, Mick Jagger, Arthur Kopit, Mark Ravenhill, Tom Stoppard e del Premio Nobel Harold Pinter.

Viviane Cammarota

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy