• Google+
  • Commenta
2 febbraio 2011

Arance rosse per prevenire e contrastare il raffreddore

Starnuti, brividi e gola arrossata. L’inverno è entrato ormai nel vivo ed il gelo di questo periodo in molti casi finisce per procurare il classico “raffreddore di stagione”.

La natura, tuttavia, ci fornisce anche un valido aiuto per combattere le insidie del freddo.

E’ tempo di vitamine ed antiossidanti : è tempo di arance rosse. Queste ultime infatti forniscono numerose molecole “bio-attive” che giocano un importante ruolo nell’ambito della prevenzione della nostra salute. Rispetto alle arance “bionde”, quelle rosse si caratterizzano per livelli più alti di vitamina C e di altre molecole antiossidanti dotate di spiccate proprietà salutistiche. Il principale antiossidante è la Cianidina, molecola che previene il cancro e le infiammazioni ; da non trascurare anche la sua attività anti-colesterolo cattivo, nonché la preziosa protezione che fornisce alla vista.

Nelle arance rosse troviamo anche un buon quantitativo di minerali e vitamine quali A, B1, B2 e anche di vitamina B9. Quest’ultima è particolarmente importante per le donne in gravidanza, in quanto in associazione con l’acido folico riduce il rischio di insorgenza di problemi al feto. In generale, inoltre, gli zuccheri presenti nelle arance, vengono rapidamente assimilati, risultando dunque molto utili in caso di stanchezza o stress.

Il basso contenuto di grassi, invece consente di includere questo frutto tra quelli più ipocalorici : 34 Kcal/100 g. La fibra presente nel callo bianco sotto la buccia, oltre a regolare l’assorbimento di zuccheri, grassi e proteine, costituisce anche un valido alleato del transito intestinale. Infine è stato dimostrato che la polpa di arancia rossa possiede un’ottima efficacia nel ridurre i danni causati dai radicali liberi in soggetti sottoposti ad attività ed abitudini particolarmente stressanti come gli sportivi professionisti ed i fumatori.

Sarebbe allora il caso di inserire nella nostra dieta quotidiana questo frutto la cui esclusiva produzione appartiene alla Sicilia sud-orientale, ma che ormai troviamo costantemente in qualsiasi supermercato. Mangiamo un’arancia a fine pasto o magari consumiamola come spuntino pomeridiano. Così facendo, ridurremo decisamente il rischio di concedere il fianco al raffreddore.

Andrea Cioffi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy