• Google+
  • Commenta
22 luglio 2011

Super 8

In una piccola cittadina industriale dell’Ohio, sul finire degli anni ’70, un gruppo di ragazzini sta girando un film sugli zombie in super 8. Una notte, durante una ripresa, assistono ad uno spaventoso incidente ferroviario, casualmente filmato dalla loro telecamera. Dopo quella notte inizieranno ad accadere una serie di eventi eccezionali, i quali fanno sospettare ai ragazzi che, dietro al disastro ferroviario, si celi molto più di quanto loro avrebbero mai potuto immaginare.

Super 8, il nuovo film di J.J. Abrams (Mission Impossibile III, Star Trek – Il Fututro ha inizio), creatore della serie di culto Lost, che seppe tenere incollati allo schermo milioni di telespettatori, è una pellicola che conferma le grandissime doti da intrattenitori del suo regista e del suo produttore Steven Spielbergh (Lo squalo, Shindler’s list), ma dietro questo strato di superficie, volto principalmente all’intrattenimento, c’è dell’altro.

Partiamo già dal titolo. Come molti sanno il super 8 è un formato di pellicola che riporta alla mente il filmato amatoriale, o comunque a riprese non professionistiche con le quali tutti, o quasi tutti, coloro che si sono avvicinati al mondo del cinema, avranno avuto a che fare. La pellicola, perciò, vuole essere un omaggio ad un modo di fare cinema primordiale, per così dire “delle origini” a cui i due registi sono molto affezionati. Un omaggio anche alla verità e alla sincerità di quelle riprese. Non è un caso che sarà proprio la telecamera amatoriale dei ragazzini a svelare allo spettatore ciò che sta realmente succedendo nella cittadina.

Un’altra particolarità del film sono i protagonisti, tutti attori giovanissimi che forniscono delle prove recitative molto valide, tra le quali spicca quella di Alice (Elle FanningMi chiamo Sam, Somewhere). Questa scelta poteva essere adoperata per indirizzarlo verso una fetta di pubblico ben determinata, la realtà è ben diversa. I ragazzini hanno spesso atteggiamenti da adulti, in particolare la Fanning e Jack (Kyle ChandlerUltimatum alla terra, The Kingdom) (anche se talvolta un pochino troppo), e sono catapultati in un’atmosfera che è ben lontana dal mondo favolistco e spiccatamente avventuriero di un film come i Goonies di Richard Donner, di cui lo stesso Spielbergh firmò la sceneggiatura. Anche qui i ragazzini sono i padroni della scena, però sono gli eventi che vanno loro incontro, al contrario del film di Donner dove la ricerca dell’avventura da parte del protagonisti è quasi spasmodica.

Senza svelare più del necessario, il film è una buona fusione di due affermati registi che hanno fatto della fantascienza uno dei punti forti della loro filmografia. In certe scene si può rivedere l’Abrams di Lost (ci sono similitudini tra lo schianto de volo della Oceanic sull’isola del telefilm e l’incidente ferroviario di inizio film), e in certe altre l’Abrams di Cloverfield. Soprattutto, alla fine della visione di Super 8, verrà spontaneo qualche paragone tra Jack e il protagonista di un altro successo targato Spielbergh, stiamo parlando del piccolo Elliot (Henry Thomas) di E.T. Solo che nel film di Abrams Jack usa la bicicletta per scappare, non per volare in cielo, con la luna come sfondo romantico.

Scheda tecnica

USCITA: 9 settembre 2011 REGIA: J.J. Abrams SCENEGGIATURA: J.J. Abrams FOTOGRAFIA: Larry Fong MONTAGGIO: Maryann Brandon, Mary Jo Markey MUSICHE: Michael Giacchino PRODUZIONE: Amblin Entertainment, Bad Robot DISTRIBUZIONE: Universal Pictures PAESE: USA GENERE: Fantascienza DURATA: 112 min

CAST: Kyle Chandler, Elle Fanning, Ron Eldard, Noah Emmerich, Amanda Michalka, Zach Mills, Gabriel Basso, Joel Courtney, Riley Griffiths, Ryan Lee

Francesco Tamburrino

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy