• Google+
  • Commenta
11 settembre 2011

La Sicilia in Russia

In occasione dell’Anno bilaterale Italia – Russia per la promozione della lingua e della cultura russa in Italia e dell’Italia in Russia, la Galleria Statale Tretyakov di Mosca ospita alcuni capolavori di Antonello da Messina.

Fino al 20 novembre sarà possibile visitare la Madonna con Bambino benedicente e un francescano in adorazione (recto) e l’Ecce Homo (verso) del Museo Regionale di Messina e il San Gregorio e il Sant’Agostino della Galleria Regionale Palazzo Abatellis di Palermo.

L’esposizione, già presentata a Palazzo Abatellis dall’Assessore regionale per i Beni culturali e dell’Identità siciliana, Sebastiano Missineo e dall’Assessore per le Risorse agricole e alimentari, Elio D’Antrassi, è stata introdotta dal Dirigente generale del Dipartimento dei Beni culturali Gesualdo Campo e dalla curatrice della mostra nonché Direttrice del Centro regionale del Catalogo, Giulia Davì.

Missineo ha garantito la continuità dell’intesa con questi e altri partners istituzionali, al fine di favorire la promozione dell’identità siciliana attraverso la concretizzazione di numerosi eventi culturali.

Oltre agli organi sopraelencati, hanno aderito all’organizzazione: la Regione Siciliana, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tutti gli organismi istituzionali rappresentati dal Comitato Italia – Russia 2011 e, naturalmente, l’Ambasciata italiana di Mosca.

Dal 2 dicembre prossimo, presso l’Albergo delle Povere di Palermo, sarà aperta al pubblico l’esposizione delle “Avanguardie Russe” che presenterà le opere di Kazimir Malevitch, Vasilij Kandinsky, Pavel Filonoff, Mikahil Larionov, Alexsander Rodchenko e Petr Konchalovsky, realizzate tra il 1905 e il 1925 e attualmente conservate presso il Museum and Exhibition Center Rosizo di Mosca.

L’accordo per la realizzazione degli scambi è stato firmato da Campo e Missineo con il Direttore del Museo Rosizo, Aleksandr Sysoenko e il Direttore della Galleria Statale Tretyakov, Itina Vladimirovna Lebedeva.

Un trionfo, questo, per la Regione Siciliana e un’importante manovra che agevolerà la valorizzazione del patrimonio isolano, ampliato di recente con il ritorno della Venere di Morgantina e che continuerà ad essere messo in luce, con la riapertura al pubblico della Villa del Casale di Piazza Armerina, soggetta a un lungo e delicatissimo restauro.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy