• Google+
  • Commenta
7 settembre 2011

MENTE interattiva

Il conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza ha promosso la sua prima rassegna di arti sonore e intermediali: l’edizione, intitolata Policentrica , è stata curata dal Dipartimento di Musica Elettronica e Nuove Tecnologie che ha favorito lo svolgimento di attività didattiche e laboratori, e la realizzazione di performance e installazioni sonore interattive fino al 9 settembre prossimo.

L’apertura alle problematiche e agli sviluppi delle prassi esecutive e performative contemporanee, anche da parte di un piccolo centro, come quello cosentino, decreta l’esigenza e l’urgenza di allinearsi con le prospettive e le metamorfosi formali, strutturali ed estetiche che investono l’Europa, e nella fattispecie alcuni punti nevralgici del continente che da decenni costituiscono il motore propulsivo dei nuovi linguaggi della musica e dell’arte.

Il Gruppo MENTE (Musica e Nuove Tecnologie Ensemble) sorge nella primavera del 2011 per agevolare la diffusione delle produzioni artistiche provenienti tanto dal dipartimento quanto dall’iniziativa dei singoli componenti del collettivo, e presenta un’installazione interattiva, progettata per spazi aperti, che suggerisce due riflessioni importanti: la prima riguarderebbe il rapporto più generico tra l’individuo e il mezzo di comunicazione nell’era contemporanea, mentre la seconda esplora le modalità di svolgimento di questo rapporto, proponendo un’azione che si differenzi dalla classica fruizione passiva, e quindi che collochi lo spettatore-attore in una posizione di privilegio e di attività dinamica rispetto alla fonte.

Sistemata in una zona storica e popolare della città, nei pressi della Casa della Musica, connette immagini e suoni nella misura in cui le prime vengono prodotte dall’azione dei secondi. Entrambi vengono influenzati dalle oscillazioni provenienti dell’ambiente esterno e le loro metamorfosi frequenziali sono determinate dall’incidenza del soggetto sui sistemi di riproduzione del suono.

La struttura è implementata da Massimo Palermo e Costantino Rizzuti, membri del MENTE e allievi del dipartimento.

Dalla collaborazione tra il Conservatorio di Cosenza e la Galleria Nazionale – nonché Sovrintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici del Capoluogo, con sede a Palazzo Arnone – è nata una programmazione connessa all’Intensive Programme Erasmus Art of Sound – Sound of Art, finanziata dall’Agenzia Nazionale Lifelong Learning Programme, sotto la coordinazione dello stesso Conservatorio; tra le iniziative si segnala la presentazione di altre due installazioni sonore (Music on a Long Thin Wire e Music for Pure Waves, Bass Drums and Acoustic Pendulums), ideate da Alvin Lucier e realizzate da Palermo e Rizzuti.

Il problema di fondo delle manifestazioni culturali in Calabria resta sostanzialmente invariato: l’affluenza. Anche in questa occasione si assiste alla totale assenza della cittadinanza, forse sintomatica di una difficoltà a escogitare nuove soluzioni comunicative, e divulgative, che spingano il pubblico a beneficiare del lavoro dei propri concittadini e della sperimentazione in genere.

Le installazioni, in ogni caso, saranno visitabili il 7 settembre prossimo dalle 21 fino alla mezzanotte.

Chiudono il programma gli studenti della Kauno Technologijos Universitetas di Kaunas, il 9 settembre.

Delia Dattilo

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy