• Google+
  • Commenta
16 novembre 2011

Gaudì e la Sagrada Familia

Dal 24 novembre 2011 al 15 gennaio 2012, nell’area espositiva del Braccio di Carlo Magno a San Pietro, si terrà la mostra “Gaudi’ e la Sagrada Familia. Arte, scienza e spiritualità”.La Sagrada Família di Barcellona è una grande basilica cattolica, sorta nella seconda metà del XIX secolo come tempio espiatorio e promossa da un gruppo di devoti desiderosi di dotare la città di una cattedrale nuova.

Tuttora in costruzione, è considerata il capolavoro dell’architetto Antoni Gaudì, massimo esponente del modernismo catalano.

I lavori cominciati nel lontano 1882, e che hanno superato molte vicissitudini e persino alcune predizioni secondo cui non sarebbe mai stato ultimato, proseguiranno ancora per molti anni, probabilmente fino al 2026.

Ma anche se non conclusa, la chiesa è stata consacrata da Papa Benedetto XVI il 7 novembre 2010 ed elevata al rango di basilica minore.

La vastità della scala del progetto e il suo stile caratteristico ne hanno fatto uno dei principali simboli della città e una delle tappe obbligate del turismo di massa.

La mostra “Gaudì e la Sagrada Familia. Arte, scienza e spiritualità” verrà inaugurata il 24 novembre nell’atrio dell’Aula Nervi e Braccio di Carlo Magno, con diversi interventi istituzionali e un momento musicale a cura dei prestigiosi flautisti Claudi Arimany ed Enric Ribalta.

Attraverso questa mostra si vuole illustrare la storia del tempio, dalle origini fino alla cerimonia della sua dedicazione, e spiegare le prossime tappe del processo costruttivo, che verranno culminate con la fine dei lavori.

Ci sarà inoltre una sala dedicata ad Antoni Gaudí, alla sua figura e alla sua biografia, con particolare attenzione ai suoi progetti e alla Sagrada Família, in cui si spiega cronologicamente l’evoluzione del tempio, mostrandone l’ubicazione in mezzo al quartiere barcellonese de l’Eixample e le sue diverse fasi di costruzione.

Il titolo della mostra “Gaudi’ e la Sagrada Familia. Arte, scienza e spiritualità” esprime perfettamente ciò che si vuol presentare: innanzitutto l’estetica gaudiana attraverso una selezione delle sue opere più emblematiche; lo studio di un’architettura basata sul metodo e su una tecnica precisa e scientifica, studiata nei minimi particolari da Gaudì, e seguita tuttora dai nuovi architetti che vi lavorano; ed anche una spiritualità che era una delle premesse di Gaudì volendo creare uno spazio che invitasse all’introspezione, al raccoglimento e alla preghiera.

24 novembre 2011 – 15 gennaio 2012

Braccio di Carlo Magno. Piazza San Pietro. Città del Vaticano.

Orario: dalle 10.00 alle 18.00h.

Chiuso il Mercoledì

Sito web: www.gaudiaroma.cat

Giulia Migliola

Google+
© Riproduzione Riservata