• Google+
  • Commenta
17 novembre 2011

Joe Paterno coinvolto in uno scandalo di pedofilia: gli studenti difendono il loro coach

E’ stata violenta la risposta degli studenti della Penn State University, Pennsylvania, alla notizia del licenziamento del celebre allenatore di football Joe Paterno, oggi ottantaquattrenne. La notte del 9 novembre è cominciata con l’assedio agli uffici dell’amministrazione ed è continuata con la devastazione di cassonetti, lampioni, segnaletica stradale delle vie adiacenti il campus, compreso l’assalto ad un camioncino di un’emissione televisiva. Gli scontri con la polizia, tra lanci di pietre e lacrimogeni, si sono protratti fino all’alba.

Il coinvolgimento in una vicenda di pedofilia dello storico coach di football “JoPa” ha spinto il Consiglio di Amministrazione di Penn a rimuoverlo dall’incarico che ricopriva dal 1966. Lo scorso 5 novembre infatti Jerry Sandusky, 67 anni, ex assistente di Paterno è stato arrestato per pedofilia. Tra il 1994 e il 2009 Sandusky avrebbe abusato di 8 ragazzi.

Paterno entra in scena nel marzo 2002 quando Mike McQueary, un altro suo giovane assistente, gli confida di aver visto Jerry Sandusky, allora ultracinquantenne, abusare di un bambino di dieci anni, negli spogliatoi del campus. Né McQuearyPaterno denunciano il fatto alla polizia, limitandosi ad avvertire il direttore atletico dell’università, Tim Curley. Le voci corrono: poco tempo dopo un guardiano sostiene di aver visto Sandusky con un altro bambino. Nonostante ciò non viene denunciato, né gli viene sottratto l’incarico.

Finalmente nel 2008 si inizia a indagare su di lui: 15 denuncie relative a violenze su minori e l’episodio nello spogliatoio che Paterno non avrebbe denunciato. In seguito all’apertura dell’inchiesta su Sandusky, Paterno aveva annunciato il suo ritiro dall’incarico sportivo per la fine di questa stagione. Ma è stato soltanto l’arresto di Sandusky a determinare la fine della gloriosa carriera del coach.

Quegli studenti in rivolta hanno finto per una notte di non sapere che Paterno avesse taciuto per anni una vicenda di violenza sessuale e abuso di minore, preferendo ipocritamente fissare nella memoria le 409 vittorie, le 136 sconfitte e i 3 pareggi del loro coach alla guida di Penn State.


Benedetta Michelangeli

Google+
© Riproduzione Riservata