• Google+
  • Commenta
28 dicembre 2011

FANCULO IL PIL

Spettacolo teatrale che si fa beffe dell’economiaIl governo Monti taglia le stime del PIL e il regista e attore Sandro Torella lo manda a quel paese. Non Monti, ma il Prodotto Interno Lordo.

Da Giovedì 15 dicembre 2011 a Domenica 8 Gennaio 2012 al Teatro allo Scalo sarà in scena il divertente spettacolo “Fanculo il PIL”, un dissacrante monologo sul mondo dell’economia che prende le mosse dai tumulti che stanno attraversando la nostra società in questi mesi; dal movimento degli “Indignados” ai “No money”, dai “Freegan” alle tesi di intellettuali controcorrente come Gianfranco Pala e Paolo Barnard.

Un giovane docente, “di sicuro precario”, si toglie la giacca, si rimbocca le maniche e parla ai suoi allievi di economia.

Un “One man show” scritto e diretto dallo stesso Torella, che racconta il reale significato di termini come PIL, debito pubblico e tasso d’interesse.

“Fanculo il PIL” è il tentativo di un’ artista di dare risposte a tutto ciò che avremmo voluto sapere sulla realtà della finanza e nessuno ha mai osato dirci.

Uno spettacolo/incontro in cui il pubblico sarà protagonista attivo di un viaggio interiore all’insegna della condivisione e dell’amore fra gli uomini contro ogni idea di misurazione quantitativa: l’esistenza è unica e immisurabile.

Torella arriva a derubricare il PIL a mero e inutile strumento di misurazione quantitativa “Di cui quindi – sottolinea il regista – possiamo, e vogliamo, fare a meno.

Prima che misurazione, infatti, l’economia è scambio. Anche di relazioni. La nostra società quindi sta male proprio perché tende sempre di più alla quantificazione.

Pertanto il lavoro se è utile allo scambio, alla relazione, è un momento importante, altrimenti è solo la cristallizzazione di un dettame imposto dalla società che finisce per “incatenare” l’individuo”.

L’artista da dieci anni ha portato avanti in parallelo il percorso di studio dell’economia e quello attoriale; determinante per la sua consapevolezza di come si sviluppano le dinamiche dell’economia e della finanza e dunque la successiva ideazione dello spettacolo.

Sul palco il giovane docente manda idealmente a quel paese il PIL e assicura che se dovesse dargli un nazionalità, il PIL non sarebbe italiano, ma se lo fosse, sarebbe di certo un assistente precario!

Teatro allo Scalo Via dei Reti, 36

Dal 15 dicembre 2011 al 08 gennaio 2012

Info: http://www.teatroalloscalo.it

Giulia Migliola

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy