• Google+
  • Commenta
12 dicembre 2011

Un recital-concerto al Teatro Elicantropo

Mercoledì 14 dicembre, alle ore 21.00
Il Teatro Elicantropo di Napoli
inaugurerà il ciclo di appuntamenti
“ElicantroMusica”

con il recital-concerto
La città invisibile. Inizio. Fine. Svolgimento
dello scrittore e cantante Alessio Arena

Alessio Arena (voce, chitarra, ukelele)
Giosi Cincotti (pianoforte)
Vincenzo Lamagna (contrabbasso)

Così come nel teatro e nella poesia, la parola è protagonista nella canzone e lo è ancora di più quando essa esprime liriche che sorgono dalla reale interpretazione della realtà, filtrata da artisti che hanno la musica come ornamento alla parola stessa. ElicantroMusica “accoglie” la musica che avvalora, segue, sviluppa, diventa essa stessa parola, interprete con l’artista della sua volontà di trasformazione della società e dei rapporti tra esseri umani.
Un “viaggio” tra Napoli e Genet, questa è La città invisibile di Alessio Arena, primo appuntamento della rassegna. Scritto in spagnolo e in catalano, ma pensato in napoletano, lo spettacolo è la messa a fuoco di una visione inizialmente abbozzata nell’Ep “Autorretrato de ciudad invisible”, in cui si delinea il tracciato emotivo di una Barcellona disgraziata, “Genettiana”, fatta a pezzi e assemblata sul filo di una storia d’amore, che non sa parlare di sé e confonde e reinventa i suoi limiti.
Alla maniera dei concept album degli anni settanta, canzone dopo canzone, si racconta una storia, una cronaca emozionale dei primi anni dell’autore a Barcellona, così vicini nel tempo e tanto lontani nella memoria. E così le radici delle parole scritte e cantante nello spazio di una città senza limite, fatta di simboli che cambiano costantemente, e per questo invisibile, si riuniscono in un mosaico innaturale e nudo.
“Quando ho scritto il disco – spiega il giovane artista – pensavo quasi a una cronaca emozionale dei miei primi anni a Barcellona, così vicini nel tempo e tanto lontani nella memoria. Per farlo però ho preferito registrarlo in un posto diverso, dalla lontananza, e sono capitato nella spietata campagna casertana, con dei musicisti eccezionali, che non sapevano nemmeno cosa stessero suonando, ma che poi sono diventati subito partecipi dell’atmosfera “notturna” delle canzoni”. In occasione dello spettacolo sarà possibile acquistare l’Ep.
Il ciclo ElicantroMusica vedrà protagonisti, inoltre, Myriam Lattanzio, Alan Wurzburger e Rua Port’Alba, programmati, rispettivamente, il 5, 6 e 7 aprile 2012.

Google+
© Riproduzione Riservata