• Google+
  • Commenta
24 gennaio 2012

Benvenuti al Nord: ci piace ridere facile?

Prosegue il successo di Benvenuti al Nord, il film di Luca Miniero, uscito nelle grandi sale il 18 gennaio scorso.

Questa volta, dopo il meridione di Castellabate, spetta al settentrione milanese essere declinato in stereotipo.

E’ la storia di Alberto (Claudio Bisio), brianzolo impiegato alle poste, che ha da poco ottenuto la promozione e il trasferimento a Milano, e Mattia (Alessandro Siani), originario di Castellabate, anch’egli impiegato alle poste, il quale, in seguito ai ripetitivi litigi con la moglie Maria (Valentina Lodovini) che lo rimprovera di essere ancora una “criatura”, si vede costretto a trasferirsi a Milano.

I due, Alberto e Mattia, si rincontrano così in questa seconda divertente commedia, e dopo il successo di Benvenuti al Sud, tornano in scena con un’ironia, questa volta, tutta al milanese.

Ci risiamo, se prima era il sanguinaccio servito al brianzolo Alberto a farci ridere, ora l’ironia volge tutta al Nord e ci mostra in maniera del tutto comica la difficoltà di Mattia a capire il perché Dodi si faccia chiamare La Dodi!

Commedia simpatica, che gioca sui cliché che hanno fatto ridere intere generazioni, quelle del Nord Italia come del Sud. E quando si tratta di campanilismi ce n’è per tutti!

Un’alternativa ai cinepanettoni, dicono alcuni, che, anziché giocare sui tradimenti moglie-marito, gioca sui cliché regionali.

Un’alternativa per l’appunto, ma quello che viene da chiedersi è se non si tratti sempre della solita ricerca della risata facile tutta all’italiana, che senza ombra di dubbio va a impinguare le casse delle produzioni ma che di certo non ci lascia appagati della vista di un buon film.

Leggero, carino, simpatico, italiano.. e ahimè, non ci resta che aspettare un Benvenuti al Centro!

Margherita Teodori

Google+
© Riproduzione Riservata