• Google+
  • Commenta
26 febbraio 2012

Microsoft Windows soppiantato da smartphone e tablet?

Possibile che, proprio nel mezzo della creazione del nuovo sistema operativo Windows 8, gli utenti di tecnologia informatica preferiscano smartphone e tablet?

I dati statistici, ottenuti in base agli annunci pubblicitari visualizzati in rete, affermano che ci sarebbe una tendenza “negativa” nei confronti di Windows: negli ultimi sei mesi la quota di mercato nella rete è diminuita dal 78,3% al 71,4%.

Il calo di “tendenza”, se così si può chiamare, sarebbe attribuibile proprio alla capillare diffusione di smartphone e tablet, più “comodi”, utili e agevoli rispetto al computer tradizionale.

Le creature ultramoderne di Google e Apple hanno inevitabilmente tolto mercato al PC, ma le motivazioni potrebbero essere completamente diverse da quelle intuibili ad una prima riflessione: sarebbero in parte responsabili anche le recenti calamità avvenute in Thailandia, e le inondazioni che hanno interrotto le produzioni di hard disk, comportando un notevole aumento dei prezzi.

Senza dubbio gli Android e i tablet sono diventati fondamentali nel nostro uso quotidiano, consentendo la connessione alla rete in qualsiasi momento da qualsiasi posto, agevolando la comunicazione telefonica e la condivisione online, ma non si può negare, nonostante le tendenze di mercato, che un qualsiasi computer fisso, rispetto ai nuovi dispositivi, sia indispensabile sia nel lavoro, che nello studio, che nella conservazione dei file personali e privati, molto più difficile anche per gli smartphone e tablet più avanzati.

Aspettiamo fiduciosi l’uscita di Windows 8, chissà che non possa ribaltare il risultato dei dati statistici quanto prima.

Google+
© Riproduzione Riservata