• Google+
  • Commenta
27 febbraio 2012

“Tiziano e la nascita del paesaggio moderno”

Dal 16 febbraio a Palazzo Reale di Milano sarà ospitata la mostra “Tiziano e la nascita del paesaggio moderno”.

Cinquanta opere alla scoperta della nascita del paesaggio moderno nella pittura del Cinquecento, il secolo di grandi maestri, ma, soprattutto, di Tiziano. A partire dalla lezione di Bellini e Giorgione, Tiziano ha avuto il merito di elaborare una nuova idea dell’ambiente naturale che lo portò a definire nella lingua italiana il termine stesso di paesaggio.

Il paesaggio si trasforma, perde attinenza con la realtà, si idealizza; diventa espressione, colore, poesia. Panorami inventati, fenomeni atmosferici impetuosi, vegetazioni spesso improbabili, tramonti fiammeggianti, notturni siderali accompagnano le scene.

Mauro Lucco, tra i più importanti conoscitori della pittura veneta del ‘500, ha selezionato i capolavori provenienti da alcuni dei maggiori musei americani: Museum of Fine Arts di Houston, Institute of Arts di Minneapolis, Art Museum of Princeton University, National Gallery di Londra, Gemaldegalerie Alte Meister di Dresda, Uffizi di Firenze e Gallerie dell’Accademia di Venezia.

In apertura della mostra due capolavori: la Crocefissione di Giovanni Bellini e La prova del fuoco di Giorgione. Il percorso si sviluppa con numerose opere degli artisti del ‘500, fino alla chiusura con lo straordinario Narciso di Tintoretto. Tra i capolavori di Tiziano: La sacra conversazione, L’Orfeo e Euridice, La nascita di Adone, Tobiolo e l’angelo, L’adorazione dei pastori.

Il biglietto di ingresso costa 9 Euro, ma sono previste riduzioni a 7,50.  La mostra apre il Lunedì dalle 14.30 alle 19.30, da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30; al giovedì e al sabato si prolunga l’apertura fino alle 22.30.

Per maggiori informazioni visita il sito della mostra: mostratiziano.it

Google+
© Riproduzione Riservata