• Google+
  • Commenta
24 Febbraio 2012

Unica: Giulio Sapelli presenta “L’occasione mancata. Lo sviluppo incompiuto della industrializzazione sarda”

Cagliari. Facoltà di Lettere e filosofia (Sa Duchessa), aula magna ore 10.  E’qui che il 28 febbraio si terrà la presentazione del volume “L’occasione mancata. Lo sviluppo incompiuto della industrializzazione sarda”. Autore di questo saggio sull’economia isolana è Giulio Sapelli, storico dell’economia.

Ad affiancare il professore in alcuni interventi ci saranno Gianluca Scroccu, dottore di ricerca in storia contemporanea al quale va il merito dell’introduzione e cura del volume, Andrea Raggio, protagonista di una testimonianza all’interno dell’opera, Francesco Atzeni, prorettore e professore di storia contemporanea alla facoltà di Lettere e Francesco Pigliaru, professore di economia politica alla facoltà di Giurisprudenza e economista.

Il problema analizzato è il mancato sviluppo economico della Sardegna visto nella più larga prospettiva di una modernizzazione a livello non solo locale ma soprattutto nazionale e internazionale. Il volume si compone di due vecchi saggi che il professor Sapelli aveva dedicato al sistema economico sardo arricchendoli però con l’introduzione di Scroccu e la testimonianza di Raggio.

Vengono analizzati il sistema politico e economico della Sardegna dall’Ottocento ai giorni nostri prendendo l’isola come esempio per studiare il tema delle società a basso equilibrio dinamico di crescita, bisognose di trovare una forza che venga dall’interno stesso del territorio per poter trainare il sistema e farlo funzionare.

Vengono analizzati i meccanismi della crescita e i rapporti tra i mercati anche a livello mondiale in relazione ai cambiamenti degli ultimi decenni che vedono una crisi del sistema economico globale.

Non è la prima volta dunque che l’economista si interessa dell’isola, saggi come “L’impresa industriale del Nord Sardegna. Dai pionieri ai distretti: 1922-1997”, “Alternative possibili per la crescita: la Sardegna, Sassari e oltre” e ancora altri, rivelano come i suoi studi siano stati incentrati sui sistemi economici-sociali territoriali del luogo.

Giulio Sapelli nasce a Torino nel 1947 dove si laurea in Storia economica nel 1971 e si specializza in Ergonomia. Ha studiato e insegnato in vari paesi europei, svolto attività di ricerca e consulenza per vari gruppi e fondazioni estere e le sue opere sono state tradotte in varie lingue.

Dopo aver studiato varie categorie come i problemi dell’assicurazione come impresa, i sistemi economico-sociali territoriali, essersi interessato al tema dei trasporti, ai problemi dell’energia e tanto altro, ora la sua concentrazione si rivolge al tema della trasformazione della sovranità e alla teoria dello stato, tra economia, politica, geostrategia.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata