• Google+
  • Commenta
13 marzo 2012

“Farsi UN’Idea – Il Caffè scientifico dell’Università di Trento”: secondo appuntamento

Secondo appuntamento con “Farsi UN’Idea – Il Caffè scientifico dell’Università di Trento” su “La matematica contro i batteri patogeni. Un approccio interdisciplinare alle malattie infettive“.

Il “caffè” con il biologo Jousson e il matematico Iannelli ha lo scopo di raccontare alcuni progetti di ricerca dell’Università di Trento, esempio di un approccio interdisciplinare ai fenomeni biologici e, in particolare, alle malattie infettive batteriche. I docenti si soffermeranno sull’aspetto metodologico dei loro studi, che volentieri presenteranno e discuteranno con i cittadini interessati, ma daranno notizie anche sull’avvio di un progetto di modellizzazione matematica della diffusione di batteri patogeni in ambiente ospedaliero.
«In un lavoro che abbiamo già pubblicato – raccontano Jousson e Iannelli – ci siamo occupati della modellizzazione matematica e del confronto con dati sperimentali di un’interazione tra un batterio patogeno (per l’uomo e per altri organismi) e un’ameba (un “predatore” di batteri che in questo sistema viene ucciso dai batteri più aggressivi). Abbiamo messo in evidenza i parametri che condizionano l’esito di questa interazione (chi vince?)». E proseguono: «L’interesse di queste nostre ricerca è sia di natura accademica, perché ci aiuta a capire meglio l’interazione ospite-patogeno, sia di natura clinica, nel senso che il sistema considerato patogeno-ameba consente di testare facilmente grandi numeri di ceppi batterici per capire quanto siano aggressivi (=virulenti) e quindi potenzialmente pericolosi per l’uomo».

L’invito è rivolto a chiunque abbia curiosità e interesse per l’argomento proposto e desideri saperne di più. In un contesto piacevole e informale, al tavolino di un bar, potrà porre ai docenti dell’Università di Trento domande sul tema, esprimere dubbi, chiedere informazioni. Entrata libera e gratuita.

Google+
© Riproduzione Riservata