• Google+
  • Commenta
14 Marzo 2012

La nascita del biodisel

Come nasce il biodisel? Semplice; dallo scarto dell’olio

Un nuovo brevetto, nato dalle ricerche condotte dal dipartimento di chimica Ugo Schiff dell’università di Firenze, coordinato da Alberto Brandi, Donatella Giomi e Antonella Salvini.

La possibilità di produrre biodisel da oli vegetali esausti, il cui smaltimento rappresenta, di solito, un costo ha attirato l’attenzione internazionale.

Lo studio condotto dal dipartimento di chimica prevede la produzione di biodiesel a partire da oli alimentari esausti, grassi animali di scarto o da residui industriali di produzione di oli ad elevato contenuto di acidi liberi grazie ad un processo che utilizza un mediatore acido in fase omogenea e un alcool come metanolo o etanolo.

Il mondo produttivo a risposto bene a questa eventuale soluzione de4i problemi di smaltimento dell’olio, tanto che le società Gatti srl, di Castelnuovo Rangone (Modena), e Adriatica Oli srl, di Montecosaro (Macerata) – due aziende impegnate nel recupero e trattamento di oli esausti – finanzieranno la ricerca per l’applicazione industriale del brevetto.

Quindi, il biodisel del futuro nascerà dallo scarto dell’olio.

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy