• Google+
  • Commenta
6 marzo 2012

Smartphone, tablet e netbook tutto in uno: nasce il PadFone

Il Mobile World Congress 2012 di Barcellona è stato preso d’assalto (dal 27 febbraio,data d’apertura) dagli appassionati di tecnologia di tutto il mondo. A Placa de Espanya (sede del Mobile World Congress) sono state e saranno ancora esibiti i fiori all’occhiello dei giganti della tecnologia. L’attrazione principale del congresso verterà intorno agli smartphone ma non mancheranno di certo i tablet.

Infatti, una delle novità più esilaranti è stata la presentazione di Asus PadFone;una risposta del tutto innovativa e chi vorrebbe avere allo stesso tempo smartphone, tablet e netbook. L’Asus PadFone dunque, in base alle esigenze della persona può essere utilizzato in diverse vesti.

Data la sua unicità, a parere di molti, il PadFone è senza dubbio il prodotto tecnologico più atteso dell’anno. Ma in cosa consiste esattamente? Esso nasce in qualità di smartphone con Android 4.0 Ice Cream Sandwich dotato di schermo 4.3 pollici per una risoluzione di 540 x 960 pixel, più fotocamera da 8MP e fotocamera anteriore per videochiamate e videochat. PadFone però è anche tablet; è infatti possibile acquistare a parte un tablet pc da 10 pollici che si servirà dello smarthone come motore.

Ultima caratteristica dell’Asus PadFone è la reversibilità in Netbook. Aggiungendo semplicemente una tastiera avremo un vero e proprio computer portatile. Ovviamente è possibile sfruttare l’opzione chiamata mentre si sta utilizzando il PadFone nella versione tablet o netbook; entrambe non vincolano il fatto che si possa chiamare o ricevere chiamate tranquillamente basta usare un auricolare e microfono BlueTooth.

Considerate le prestazioni senza alcun dubbio curiose e all’avanguardia, capiamo il motivo di tanta popolarità. I più appassionati sono impazienti alla sola idea di farlo proprio, anche se non è ancora possibile stabilire la data di immissione sul mercato e il relativo prezzo.

Non mancano (cosa prevedibile) critiche in merito al nuovissimo dispositivo “uno e trino” (come è stato definito) in quanto la prima obiezione proposta è la scomodità nel portarsi appresso i vari accessori. Viene spontaneo pensare però che (cosa molto probabile) sia stato pensato un modo di spostarsi con il PadFone semplice e comodo.

Momentaneamente non è possibile stabilire nulla di certo in merito a nessuna questione, bisognerà infatti attendere il lancio sul mercato. Ciò che è certo è che il PadFone costituisce una novità particolarmente unica.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata