• Google+
  • Commenta
9 marzo 2012

Tutte le mostre del BilBOLBul

Conclusosi cinque giorni fa BilBOLBul, il Festival internazionale del fumetto d’autore, iniziativa bolognese che va avanti dal 2007, continuano le varie mostre che espongono i lavori di grandi artisti e giovani promesse della scena nazionale e internazionale. Il festival, che quest’anno è giunto alla sua sesta edizione, porta con sé per tutto il corso dell’anno una serie di attività sul fumetto.

Attraverso una programmazione parallela di mostre, incontri, proiezioni, performance e laboratori, BilBOlbul ha da sempre relazionato il fumetto e gli altri linguaggi della cultura contemporanea.
Quest’anno il celebre “festival colto del fumetto“, definito così per l’incontro tra ricerca, formazione e riflessione sul medium,  si è dedicato ad affrontare il tema importante e sempre attuale del confine.

L’intera città di Bologna si è riempita di oltre 30 mostre “in” e “off”,  mostre ufficiali e  non, di autori italiani e stranieri, che proseguiranno per tutto il mese di marzo e oltre. Molto forte la presenza femminile quest’anno grazie anche agli appuntamenti organizzati con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Unibo, che hanno ospitato Atak, uno dei più brillanti artisti berlinesi, Blutch e Isabel Kreitz, tra le migliori autrici tedesche del momento.
Tra le mostre ufficiali ricordiamo, dal 2 marzo all’8 aprile al museo civico Archeologico, Mirabilia di Atack , illustratore, fumettista e graphic designer, nonché autore della locandina del festival di quest’anno, insieme alla bolognese Francesca Ghermandi, uno dei maggiori autori di fumetto italiani, che presenterà sempre al Museo Archeologico dal 2 marzo al 8 aprile un focus sugli studi preparatori delle sue storie, oltre che le mostre Non è mai troppo tardi, in Cineteca fino al 24 marzo, sui fumetti per bambini, e Faccia di coccio fino al 17 marzo, sui piatti di ceramica decorati coi suoi disegni. Uno dei massimi autori della scena internazionale, Blutch, sarà presente con la sua mostra Le voyer fino all’8 aprile al museo della Musica.

E altri tanti ancora, tra cui BlexBolex con Hors-zoneBentik Kaltenborn con SorryMara Cerri e Magda Guidi con Via Curiel 8, per non parlare delle mostre non ufficiali che si sono sparse per tutta la città.

Per maggiori informazioni vi consiglio di consultare il sito: http://www.bilbolbul.net/2012/it/index.html

Google+
© Riproduzione Riservata