• Google+
  • Commenta
27 marzo 2012

XIV Edizione del Future Film Festival: dal 27 marzo al 1 aprile 2012

L’edizione di quest’anno del Future Film Festival, rassegna internazionale del cinema e delle nuove tecnologie in programma dal 27 marzo al 1° aprile, si è aperta oggi in nome di Lucio Dalla, fervido sostenitore del Festival. Il tema di quest’anno è quello della catastrofe, intorno al quale si concentra la maggior parte delle proiezioni e degli altri eventi.

Ci aspetta un ricchissimo programma di proiezioni, incontri, convegni e workshop che si terranno in diversi luoghi della città, stasera si apriranno le danze alle ore 19,00 con l’evento inaugurale al Teatro Manzoni dove Bill Laswell, eclettico bassita newyorchese creerà improvvisando la sua colonna sonora live per “Big Clang Bang”, una sorta di grande blob catastrofico ideato da Cristiano Travaglioli, montatore fedele a Paolo Sorrentino, con spezzoni da una sessantina di disaster movie.

La XIV edizione del FFF occuperà vari spazi della città: il cuore del festival (Film in ConcorsoPlatinum Grand Prize, Film Fuori Concorso, Follie notturne e concorso per cortometraggi Future Film Short) sarà al Cinema Lumière, il Future Village, quartier generale, e i laboratori del FFKids saranno a Palazzo Re Enzo mentre i convegni e i workshop si svolgeranno in Salaborsa.

Al Cinema Lumière verranno proiettati i film per le sezioni Concorso e Fuori Concorso che si terranno tutte nelle due sale (Mastroianni e Scorsese)del Cinema  della Fondazione Cineteca di Bologna dalle 10.30 alla mezzanotte. Per accogliere il pubblico il Lumière aprirà ogni mattina alle 10. Nei giorni 30 e 31 marzo si svolgerà il 3D day “La rivoluzione è ancora in atto. Ospite speciale: Pixar Animation” con Josua Hollander, director of 3D Production dei Pixar Animation Studios.

Nelle sale del Palazzo Re Enzo si alterneranno laboratori per i più piccoli grazie al Future Film Kids, gare di illustratori che dovranno produrre più disegni possibili in 30 minuti, incontri con gli ospiti del Festival tra cui quello con Kensuke Koike, autore dell’immagine simbolo del FFF 2012, che il 29 marzo alle 17, condurrà i bambini in un laboratorio di carta per animare personaggi e ambienti fantastici. Sezione staccata per il FFF Kids alla Libreria.Coop con il laboratorio (1 aprile alle 16) ispirato al film “Naki: on the Monster Island” in programmazione al Festival.

La Biblioteca Salaborsa ospiterà il convegno “Titanic 100: in balia delle onde (radio). La catastrofe mediatizzata Vecchi e nuovi media a cent’anni dal Titanic” (venerdì 30 marzo alle 15.30), a cura di Paolo Granata ed Elena Lamberti dell’Università di Bologna, in collaborazione con la Fondazione Guglielmo Marconi. Un particolare omaggio al Titanic, nell’anno in cui ricorre il centenario, attraverso una riflessione sul ruolo giocato dai media in relazione a grandi catastrofi di portata collettiva. Si svolgeranno tre workshop realizzati con Bottega Finzioni sui “Dietro le quinte di un cartone animato. Storie, sceneggiatura, personaggi”.

Anche Via D’Azeglio partecipa al Festival. In collaborazione con Confcommercio Ascom Bologna arriva “Vetrine in catastrofe”: sedici vetrine della via del centro ospitano altrettanti artisti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e dell’Istituto Salesiano di B.V.S.L. sezione grafica che hanno lavorato sul tema della catastrofe al centro di questa edizione del festival. Le opere originali prodotte ad hoc saranno esposte nelle vetrine dal 21 marzo al 1 aprile.

Verrà assegnato anche nel 2012 il “Premio Franco La Polla”, in memoria del professore La Polla, istituito in collaborazione con l’Università di Bologna, per la migliore tesi di laurea di argomento cinematografico sui temi della fantascienza, del fantasy, dell’animazione e degli effetti visivi.

Per maggiori informazioni visitate il sito dove troverete il programma di tutti gli eventi o contattate il numero telefonico 051 2960664!

Google+
© Riproduzione Riservata