• Google+
  • Commenta
28 aprile 2012

All’IJF12, un coinvolgente Severgnini

Riceviamo e pubblichiamo:

Spiritoso, illuminante, emozionante, l’intervento a due voci del giornalista del Corriere e dell’inviato francese per Le Monde, Philippe Ridet, dal titolo Se l’Italia fosse un film, ieri venerdì 27 aprile al Teatro Pavone di Perugia per l’International Journalism Festival.

Lodando e apprezzando la simpatia e l’originalità delle loro associazioni, come ad esempio quella di Severgnini che accosta Monti a Mary Poppins mentre Ridet a La terra dei “monti” viventi, è stata un’ora intensa di contenuti e ricca di riflessioni. Severgnini esordisce con – Siamo un paese geniale, ma indisciplinato. Continua con – Se le emozioni fossero un’industria, il nostro PIL sarebbe altissimo! E ancora – In Italia sappiamo tramutare le tragedie in commedie e le commedie in tragedie. Dichiarazioni che a mio avviso si commentano da sole. Poi ci spiega la patologia dell’intimità dalla quale la nostra Italia è affetta e dall’annessa conseguenza che a quel punto, i controllori si dimenticano di controllare e ne segue quello che tutti sappiamo.

Poi è la volta della politica e dei suoi commenti su Beppe Grillo che secondo lui – È il termometro, né la malattia, né la medicina. A suo avviso comunica, ma non risponde. Dichiara che i videomessaggi li usano i dittatori, gli alieni e i Simpson.

Dunque cita l’onorevole Guglielmo Vaccaro, nato in provincia di Napoli, e la sua lettera pubblicata ieri sul Corriere. In attesa per l’entrata in vigore della legge che agevoli tutti i giovani italiani che lavorano all’estero a tornare in Italia. Ci informa del grande materiale raccolto dalla testata tra videochat e messaggi. Severgnini definisce le voci di questi ragazzi “grida di dolore, ma anche grida di amore”. Amore per un Paese che non è fatto solo di furbi e di arrampicatori sociali, ma di piccole eccellenze che mi aiutano a sperare e che mi rendono fiera di essere italiana.

Mariateresa Landi – “Universita per stranieri di Perugia

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata