• Google+
  • Commenta
19 Aprile 2012

Commissione Europea: tre programmi bilaterali, ecco quali

Commissione Europea
Commissione Europea

Commissione Europea

Se siete alla ricerca di un programma per partire all’estero vi interesserà sapere che la Commissione Europea ha istituito degli accordi bilaterali tra l’Unione Europea e alcuni paesi terzi che prevedono il finanziamento di progetti volti a favorire la mobilità studentesca e la cooperazione accademica.

Si punta alla formazione di “consorzi” di univerità e di istituti di formazione la cui finalità primaria è il confronto. Si punta infatti ad un avvicinamento di realtà univeristarie e formative diverse, con lo scopo di modernizzare i curricula e di sviluppare programmi di studio congiunti con riconoscimento di crediti e titoli.

I programmi di cooperazione bilaterale sono tre:  il programma EU-USA ATLANTIS, il programma EU Canada ed il programma EU-ICI ECP: Australia, Giappone, Nuova Zelanda e Repubblica Coreana.

Il Programma EU-USA ATLANTIS nasce  negli anni ’90 e prevede tre livelli diversid’azione. La prima è il Transatlantic Degree Consortia Projects (TD) che attraverso il supporto per la creazione di Consorzi tra le istituzioni dell’UE e quelli degli USA, prevede finanziamenti per la mobilità di studenti e staff amministrativo ed accademico. L’Action 2, Excellence in Mobility Projects (EIM), riguarda invece i finanziamenti per la realizzazione di attività congiunte, mentre l’Actiom 3, Policy-oriented Measures (POM)  fornisce sostegno a progetti multilaterali UE-USA volti a migliorare la collaborazione nel settore dell’istruzione superiore e della formazione professionale. Il programma ha una durata variabile che va dai 24 ai 48 mesi.

Il programma EU Canada è incentrato sulla mobilità studentesca e quella dello staff accademico e amministartivo. All’interno del programma si svolgono dei i tirocini internazionali attraverso programmi di studio congiunti chiamati Transatlantic Exchange Partnerships (TEP) e Transatlantic Degree Partnerships (TDP).

Google+
© Riproduzione Riservata