• Google+
  • Commenta
26 aprile 2012

Fabrizio Bosso suona con Chihiro Yamanaka

Suonerà per Fukushima, la sua città distrutta dal sisma e dal danno alla centrale nucleare Chihiro Yamanaka,  la giovane musicista jazz giapponese, ospite venerdì 27 aprile del Risto Pub Il Moro di Cava de’ Tirreni (Sa), per la prima volta accompagnata dal trombettista Fabrizio Bosso.

 In tour in Italia in questi giorni la pianista e compositrice, una delle più interessanti della sua generazione, giapponese di nascita ma newyorkese di adozione si esibirà sul palco del locale del Borgo Scacciaventi della cittadina metelliana con Massimo Gargano al basso, Miki Salgarello alla batteria avvalendosi della partecipazione straordinaria del trombettista Fabrizio Bosso, noto anche al grande pubblico grazie alle sue incursioni nel pop e nella musica d’autore: in particolare si ricordano le collaborazioni con Sergio Cammariere e Mario Biondi e le sue partecipazioni al Festival della Canzone Italiana e alla Rassegna della Canzone d’Autore del Club Tenco di Sanremo.

Chihiro Yamanaka, diplomata al Berklee College of Music, si è già esibita al fianco di George Benson ed Herbie Hancock. Venerdì 27 aprile a partire della ore 22.30 suonerà in quartetto sul palco del locale che si avvale della direzione artistica di Gaetano Lambiase,  per un concerto intitolato Music for Japan, dedicato al Giappone a un anno dal terremoto e dal disastro di Fukushima, la città in cui è nata.

Lei e la sua musica, il suo mondo, per stupire una volta di più. Un evento eccezionale per apprezzare dal vivo la top jazz pianist del Giappone Chihiro Yamanaka con swing, ritmo, fender rhodes sparsi tra le pieghe dei suoi brani, non mancando immersioni in pezzi inediti.

L’appuntamento di venerdì 27 aprile a partire dalle ore 22.30 di MoroInJazz, la rassegna musicale organizzata al RistoPub Il Moro di Cava de’ Tirreni (Sa), rappresenta un’occasione imperdibile per cogliere l’essenza più intima della grande pianista nipponica, che in formazione con il trombettista Fabrizio Bosso, darà  forma ad un inedito quartetto jazz che mescola sonorità orientali al jazz classico.
Il talento cristallino di una delle artiste più apprezzate della nuova scena jazz, affascinerà il pubblico del locale del Borgo Scacciaventi con la sua musica, una giostra infinita di soluzioni musicali mai scontate, sorprendenti, condita con le melodie tipiche del bossanova ed in particolare alla musica di Jobim.

“Sono cresciuta a Tokyo ma sono nata a Fukushima, la città di mia madre. Ho ancora tutta la mia famiglia a Fukushima e quello che è accaduto un anno fa mi riempie di rabbia”, dice la pianista. “È un posto meraviglioso ma per tanti anni dovrà scontare le conseguenze del disastro della centrale nucleare. Ho registrato un album intitolato Reminiscence dedicato a quanto accaduto a Fukushima e in Giappone, e in particolare il brano Rain, rain and rain. Sto facendo molti concerti benefici per la gente colpita dall’ultimo terremoto, un’esperienza molto triste, e di recente ho tenuto un concerto alla Carnegie Hall di New York per raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal sisma”.

È tornata a Fukushima dopo il disastro?
“Sì sono tornata in città una volta, dopo il terremoto. Fukushima è un posto piccolo, la campagna che la circonda è incantevole ma il fall out durerà per anni e anni e i danni saranno irreparabili, questo è molto triste. Il problema è che il governo del mio paese ci sta nascondendo la verità, non ci sono notizie certe sulla gravità di quanto accaduto e sulle conseguenze sulla salute dei cittadini. per la contaminazione a causa delle radiazioni. Prego per tutti i bambini che ancora scappano dalla città”

I giapponesi cambieranno idea rispetto al nucleare?
“Tanta gente è già contraria all’energia nucleare, e non solo a Fukushima. Non so dire che cosa pensino al momento i politici, so per certo che il governo è molto reticente ma i giapponesi sanno quanto è pericoloso, e dopo il disastro di Fukushima lo sanno ancora meglio. La gente spera nell’energia pulita, credo che tutti i Paesi che hanno vietato il ricorso all’energia nucleare, come l’Italia, hanno compiuto una scelta davvero molto giusta, abbiamo bisogno di energia certo, ma non così tanta come abbiamo pensato e utilizzato in questi anni in Giappone. È troppo pericoloso per le conseguenze che può avere, sarebbe meglio utilizzare altre fonti”.

Dopo Roma il suo tour prosegue il 25 a Fano, il 26 a Napoli, poi sarà a Cava, Salerno, Forlì, a Milano. Com’è suonare in Italia?
“In Italia c’è una grande attenzione per il jazz, il pubblico lo sostiene, molti jazzisti scelgono di suonare qui perché il pubblico è curioso e ci sono tanti festival e club dedicati a questo genere musicale, molto più che in America”.

Quali sono i suoi modelli nel jazz?
“Mi piace molto Michel Petrucciani, amavo il suo stile, le sue melodie di grande carattere. Ma le collaborazioni più importanti per me sono state quelle con i batteristi, come Kendrick Scott, da cui ho preso moltissime idee, e con i cantanti come Nancy Wilson”.

Info concerti 089 4456352 _ 333 4949026 _3408202005_  3297899172     www.pubilmoro.it

 

STAGIONE MUSICALE MORO IN JAZZ 2011/2012

PROGRAMMA JAZZ  “APRILE”

PUB IL MORO – Borgo Scacciaventi Cava de’ Tirreni – Sa

Venerdì 6 aprile

ROSALIA DE SOUZA feat Sandro Deidda

Rosalia De Souza:             Voce

Amedeo Ariano:                  Batteria

Aldo Vigorito:       Contrabbasso

Antonio De Luise:               Pianoforte

Sandro Deidda:                  Sax

Venerdì 13 aprile

Nick The Nightfly

Nick The Nightfly:               Voce

Julian Oliver Mazzariello:                 Pianoforte

Amedeo Ariano:                  Batteria

Francesco Puglisi:             Contrabbasso

Jerry Popolo:       Sax

Venerdì 20 aprile

ENRICO RAVA & DINO PIANA

feat JULIAN MAZZARIELLO 

Enrico Rava:        Tromba

Dino Piana:          Trombone

Alessandro Paternesi:       Batteria

Julian Oliver Mazzariello:                 Organo

Venerdì 27 aprile

CHIHIRO YAMANAKA QUARTET

guest FABRIZIO BOSSO

Fabrizio Bosso:                   Tromba

Massimo Gargano:            basso

Chihiro Yamanaka:            Pianoforte

Miki Salgarello:                   Batteria

 Novità e promozioni

CHIUSURA SETTIMANALE: MARTEDÌ

Porta il ticket del parcheggio e il Moro ti rimborsa

Carta giovani, carta universitaria, tessera giornalistica  Il moro applica uno sconto del 10%

Se vieni prima delle 22:00 riceverai 10% di sconto sul conto totale (Apertura ristopub ore 20:00)

Le promozioni non sono cumulabili

tutti i lunedì Jam Session

NEW TALENT JAZZ a cura di

Sandro Deidda e Guglielmo Guglielmi

in collaborazione con il conservatorio G. Martucci di salerno

 

Mercoledì: REFUGIO LATINO una noche original sudamericana con

salsa, raegetton, bachata, merengue,latin house

animazione e tanto divertimento

piatti tipici sudamericani

Giovedì: Serate musicali universitarie con

musica dal vivo a cura delle orchestre dell’Università di Salerno

in collaborazione con l’associazione Musicateneo e l’Università di Salerno

 

-> VENERDÌ: Rassegna musicale jazz Inizio concerti 22:30 stop 00:30/1:00

SABATO: coinvolgenti concerti di musica dal vivo con ottimi musicisti

Genere: pop, dance, funky, rock e blues

Tutte le DOMENICHE Quiz con Dr. Why ,  tanto divertimento e tanti ospiti !!

Le prenotazioni sono valide fino alle 22:15 i concerti iniziano alle ore 22.30

Google+
© Riproduzione Riservata