• Google+
  • Commenta
7 aprile 2012

Google e gli occhiali da spia

E’ ormai da qualche giorno che il video di presentazione del nuovo progetto tecnologico di Google sta facendo il giro del web. Un progetto innovativo, curioso e affascinante: si tratta di un apparecchio a forma di occhiali (praticamente adattato su una montatura per lenti) e dotato di tutte le funzionalità e applicazioni di un normale smartphone Android.

Si chiama Project Glass e permette (oltre a inviare sms, mms, e-mail, registrare video e telefonare) anche e soprattutto di sfruttare applicazioni come il navigatore e la “realtà aumentata”. Ci si è chiesto come questo sia possibile senza utilizzare una tastiera per inviare i comandi: la risposta sta nei perfettamente funzionanti (incredibile a dirsi) “comandi vocali”, grazie ai quali è possibile “parlare” con l’apparecchio, avendo accesso, solo tramite la propria voce, a tutte le funzioni disponibili.

Chiunque abbia passato l’infanzia a sognare di possedere i classici occhiali super-tecnologici e polifunzionali dei più celebri film di spionaggio troverà il suo desiderio sulla via della realizzazione. Gira voce, infatti, che il progetto potrebbe entrare in commercio già alla fine di quest’anno.

Sarà veramente così comodo come il colosso Google intende presentarcelo? Immaginiamo per un attimo che il progetto abbia l’incredibile successo sperato dai suoi ideatori: non sarebbe buffo passeggiare per strada e assistere a un’incredibile quantità di persone che parla, scherza, ride e si arrabbia apparentemente da sola e senza nessun motivo? Per non parlare, poi, dei comandi vocali che, sebbene sembrino molto efficienti, potrebbero sempre confondersi come al solito e “capire Roma, per toma”, generando sicuramente pubbliche e, per questo, ancora più comiche scenette.

Google+
© Riproduzione Riservata