• Google+
  • Commenta
10 aprile 2012

Peplum dress cool spring/summer 2012

Peplum dress o semplicemente abito a tulipano, è proposto negli anni ’50 da Alberto Fabiani,ma non ebbe molto successo perche sovrastato dal tubino e dalla gonna a ruota, icone di quegli anni, divenne popolarissimo nei favolosi anni ’80, dove il concetto di modernità si intrecciava  con il design e l’arte, in una sorta di geometrismo cromatico, e contrapposizioni, dove l’unico aspetto chiaro era il contrasto, in questo caso tra volume e aderenza.

Il peplum derss,  tecnicamente taglio strutturato, avvitatissimo in vita  con una balza che parte leggermente sotto il punto vita per allargarsi sui fianchi, a sembrare la corolla del tulipano; da delicate “ali” sui fianchi, a vistosi voilant, esagerate balze, a contrasto di colori o tessuti.  Ultra femminile, dal sapore retrò e bon ton in monocromia, o con quel pizzico di allegria a contrasto di colori o tessuti. Versatile nelle occasioni d’uso, dal cocktail, al gran soirèe, in ufficio o per fare shopping con le amiche. Per chi non ama l’abito perché troppo impegnativo la linea a tulipano si può trovare nelle varianti: peplum top, un corpetto avvitato e prolungato con la balza, peplum skirt, gonna a vita alta, dritta a cui sono adagiate sui fianchi le balze. La creatività degli stilisti ha fatto si che nelle collezioni di questa stagione, questa linea, sia presente in ogni capo d’abbigliamento, anche in jacket, dalla pelle al raso, passando per il jeans e trattatissimi cotoni

Un vero must nel guardaroba delle Vip, del calibro di Michelle Obama, Kate Middleton, Rhianna, Victoria Beckham e tante altre. Il neo di questo taglio, è che per indossarlo si ha bisogno di una silhouette slanciata e di una vita spezzata, perché fascia la vita ed esalta i fianchi. A proporlo per la primavera 2012, nomi come Jason Wu, Alexander McQueen, Marc Jacobs, Giambattista Valli, Nina Ricci, mentre per il low cost H&M e Zara.

Da abbinare a platform per un risultato very cool, o a scarpe modello chanel per un tocco retò ma sempre in voga!

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata