• Google+
  • Commenta
12 aprile 2012

Senato Accademico UniSalento: la rivincita degli anti-rettore

I risultati dell’elezione per il rinnovo del Senato Accademico all’Università del Salento, hanno dato ragione all’ala “anti-rettore”: a gustarsi la rivincita, quei professori protagonisti, poco tempo fa, di accesi scontri con il Rettore in carica, Domenico Laforgia.

Docenti e ricercatori, sono stati chiamati alle urne per eleggere nove professori, di cui sei scelti in tre collegi in base alle aree di appartenenza (due professori per ciascuna area: tecnico-scientifica, giuridico-economica, umanistico-sociale) e gli altri tre eletti nel collegio unico.

Inoltre, lo Statuto ha previsto, per i Direttori di Dipartimento, l’entrata di diritto nell’organico del Senato Accademico: 8 dipartimenti per 8 professori, esattamente il numero dei candidati. Nonostante la curiosa corrispondenza, i professori sono stati ugualmente sottoposti al voto, in quanto necessitavano di almeno una preferenza per sedere tra i banchi dell’organo dell’Ateneo.

Questi gli esiti più eclatanti: il prof. De Giorgi, Preside di Scienze Giuridiche, ha ottenuto il massimo dei voti tra gli otto Direttori di Dipartimento.

Un dato che conferma il clima di malcontento che aleggia all’interno dell’università nei confronti del Rettore: il Preside è stato al centro di un aspro scontro con Laforgia.

Tra gli eletti nel collegio unico, il più votato è stato il prof. Grasso, associato di diritto costituzionale, anche lui protagonista di un contrasto con il Rettore.

A suggellare la rimonta degli “anti-Laforgia”, infine, le 47 preferenze del prof. Balducci, che gli hanno regalato il primo posto nell’area economico-giuridica: 3 voti in più rispetto al secondo classificato –ma ugualmente eletto- prof. Greco, la cui candidatura è stata la causa scatenante dei diverbi interni all’università.

Facciamo un passo indietro per meglio comprendere l’importanza dei risultati: a far scoppiare l’ostilità Laforgia-De Giorgi, la candidatura per il Senato Accademico del prof. Fernando Greco, professore associato di diritto privato, candidatura, a detta del Preside di Scienze Giuridiche, caldamente sostenuta da Laforgia. Ne è conseguito uno scambio di mail tra i due, un rimbalzo di accuse di favoritismi e di mancanza di democrazia all’interno dell’ateneo.

A fare da sfondo allo scontro tra il Rettore ed il prof. Grasso, invece, pareri divergenti in merito ad un articolo dello Statuto riguardante la composizione del CdA.

Complici probabilmente le polemiche pre-elezioni, l’affluenza alle urne è stata elevatissima, già dalle prime ore del 4 aprile, primo giorno di votazione: un risultato, dunque, che pare il reale volere dei più, segno di una spaccatura interna all’Università del Salento sempre più difficile da ricucire.

Google+
© Riproduzione Riservata