• Google+
  • Commenta
17 aprile 2012

Speciale “Donne e Mafia” su Unis@und

‘Donne e Mafia’ sarà il tema della decima puntata del format radiofonico ‘L’Italia e le Mafie’. Un tema di scottante attualità anche perché le donne hanno avuto e hanno  ruoli fondamentali nella direzione strategica e nel comando delle organizzazioni criminali. Ma c’è anche l’altra parte della medaglia. La donna che alza le barricate per contrastare l’avanzata della criminalità organizzata; la donna che vuole liberarsi da questo abbraccio colerico e affianca lo Stato nella lotta alla camorra, alla ‘ndrangheta, alla mafia. In alcuni casi, perdendo la vita. Dal 1986 ad oggi sono almeno 150 le donne uccise dalla criminalità organizzata, vittime di un presunto codice d’onore.

Le loro storie, più di 150, sono state raccolte nella pubblicazione “Sdisonorate”, curata da Irene Cortese. “Oggi che finalmente nessuno, almeno pubblicamente, nega la presenza della criminalità organizzata in Italia e nel mondo, nell’analizzare i vari aspetti – l’origine, la struttura, l’articolazione, lo sviluppo, la produzione economica, politica, sociale e culturale – è quasi naturale”,  si legge nell’introduzione al lavoro “occuparsi anche del ‘segmento’ femminile. Che la compone, che la subisce”.  Storie che  sono utili anche per  “capire la natura stesse delle mafie, i “sentimenti” che le muovono, la cultura di cui sono portatrici, il sistema di ‘valori’ che le caratterizza, il modello sociale di riferimento in cui hanno potuto farsi strada”.

E’ inutile dire che CampaniaCalabria e Sicilia sono le regioni principali a fare da scenario agli omicidi. Come non ricordare l’uccisione diEmanuela Sansone, 17 anni, figlia della bettoliera Giuseppa Di Sano. O Lea Garofano,  la giovane donna calabrese uccisa a Milano a colpi di pistola e successivamente sciolta in cinquanta litri di acido. Mandante il marito.  A queste donne è dedicata la puntata ‘Donne e Mafia’ che Unis@und manderà in onda il 18 aprile, dalle ore 12.00 alle ore 13.00. Ospiti di Michaela Sica, Rita Di Simone e Giovanna Di Troia sarannoAnna Puglisi, fondatrice del Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato”;  Pina Maisano Grassi, vedova di Libero Grassi l’imprenditore ucciso per non aver accettato di pagare il pizzo;  Marcella Marmo, docente presso l’Università di Napoli “Federico II”, Irene Cortese, curatrice della ricerca ‘Sdisonorate’.

Per partecipare alla trasmissione è possibile inviare una mail a direttawebradio@unisa.it oppure telefonare allo 089 96 91 94, lasciare il proprio nome e numero telefonico per essere richiamati.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy